Nonostante la stragrande maggioranza degli italiani, di clandestini, onlus assistenziali e leggi integrative forzose non vogliano più sentir parlare, la sinistra parlamentare non si rassegna, e spera che il Presidente della Repubblica sposti la data di scioglimento delle camere in modo da poter approvare l’iniqua legge a colpo di maggioranza, attraverso la fiducia.

Ma – ci si permetta obiettare – una legge come lo Jus soli, dovrebbe essere una di quelle leggi che, per venire approvate, siano in grado di raccogliere la stragrande maggioranza dei voti parlamentari in una logica bipartisan.
Viceversa, nonostante il Paese sia diviso in due e la maggioranza degli italiani abbia chiaramente fatto capire di non volerla, la parte politica che ci ha governato nell’ultimo lustro, cerca di imporcela con ogni mezzo, anche a colpi di maggioranza.
Come se una legge di questa portata fosse eticamente corretto approvarla con una sorta di blitz.
Ecco, questa è la cosa più scandalosa di Boldrini e Grasso – le due massime cariche dello Stato dopo Mattarella – e compagnia bella: non possiedono il benchè minimo rispetto per chi abbia una visione del mondo differente dalla loro.
Ricordiamocene quando andremo a votare in primavera.

Mi Piace(12)Non Mi Piace(5)
Print Friendly, PDF & Email