Il vizio tutto italico di piazzare autovelox a mo’di bancomat, non è una prerogativa del Comune di San Fermo, ma, hainoi, di molti altri Comuni italiani, primi fra i quali le grandi città, sempre assetate di denaro e coi conti cronicamente in rosso.

Prova ne è il miliardo e 700 mila euro sborsati dai cittadini per le multe nello scorso anno, percorrendo taluni a 51 Km/h le strade delle città italiane. Ciò non ha niente a che fare con la sicurezza: si tratta di una vera e propria estorsione legalizzata!

Sempre più spesso le multe diventano nuove tasse inventate dalle amministrazioni locali per sopperire ai tagli del governo o alle proprie insufficienze.

Una nuova tassa facilitata dalla pioggia di autovelox e telecamere installate e dal lavoro della Polizia Municipale che, invece di occuparsi di controllare il territorio, è costretta a passare il proprio tempo chiusa negli uffici a controllare gli autovelox e compilare migliaia di ammende a carico dei cittadini italiani.

Quindi, cari lettori, schiaritevi le idee: se il Vostro sindaco Vi dice che ha a cuore la Vostra sicurezza, non credetegli.

 

Mi Piace(2)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email