La settimana politica nazionale e locale secondo noi

Dunque, cari amici, la settimana che si chiude ha visto, in questo passaggio storico cruciale nella storia della Repubblica, il totale abbassamento di brache da parte del leader dell’ex centro destra unito, ora solo Lega,  Salvini, nei confronti delle pretese di Di Maio.

Restiamo dell’avviso che, un’alleanza di governo Lega / 5stelle, sia a tutto discapito della prima formazione ed a tutto vantaggio della seconda.

Un Governo che nasce senza nemmeno l’appoggio della Meloni, la quale, con esemplare dignità, ha rimesso al giusto posto il bibitaro napoletano con manie di grandezza, quel Di Maio che ha avuto l’impudenza di chiedere alla romana di sostenerne la candidatura a premier in cambio di un ministero, cosa che avrebbe messo subito la Lega nell’angolo, ossia dove finirà comunque presto o tardi nel caso accetti questa alleanza innaturale.
La Meloni gli ha risposto giustamente NO, rimettendo il il sostenitore delle scie chimiche al suo posto.

Quindi, caro Matteo Salvini, hai ancora poche ore per renderti conto che stai faendo una caxxata, che stai distruggendo il meraviglioso lavoro fatto sin qui da te e dagli altri esponenti del centro destra, Forza Italia compresa, contro il cui leader 82enne, i pentastellati hanno usato toni offensivi inaccettabili, mostrando la loro vera natura reazionaria.

Staremo a vedere, ma personalmente, come sostenitore di tutti e tre i partiti del centro dx, non posso non affermare che una Lega alleata coi convinti sostenitori che gli aerei spandano nell’atmosfera gas studiati da scienziati per rincoglionirci, che l’economia si possa risollevare chiedendo nuove tasse a chi lavorando sodo e rischiando del proprio produce beni e servizi pagando già troppo, che due donne o due uomini possano sposarsi fra di loro e mettere su una famiglia artificiale…. non avrà il mio voto.

Politica locale: niente di nuovo.

O meglio quel che abbiamo da dire stavolta ce lo teniamo per noi.

Solo da segnalare l’arrivo in redazione della lettera inviata nel settembre scorso al parroco di Cavallasca e al presidente della Spina Verde, in occasione dei fantasmagorici fuochi d’artificio parrocchiali per la festa di San Michele, in cui viene fatto presente che fuochi tanto potenti nella stagione migratoria degli uccelli rappresenta un grave pericolo per la fauna, in quanto spaventa e disorienta gli uccelli, che, di conseguenza, perdono la rotta migratoria.
Il cittadino, esperto pracadutista come da foto allegate (una delle quali ripresa in caduta libera sopra Bellagio), si lamenta del fatto che nessuna delle due figure interpellate, nonostante la lettera contenesse toni educati e conciliatori, sia stata ritenuta degna di risposta.
Si attende ora un coinvolgimento nella questione del WWF.

vittorio belluso

Mi Piace(4)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email