roberto riccardiDi Roberto Riccardi

Migliaia di clandestini attraversano il deserto sahariano per entrare in territori oggi controllati dall’ISIS o da bande di criminali per poi arrivare in Europa (un viaggio di migliaia di chilometri dove la morte li segue passo passo).
Non capisco però perché le stesse persone (tutte o quasi di fede mussulmana, somali, eritrei, etiopi ma anche nigeriani, sudanesi etc. etc) non preferiscano fare ben meno chilometri in zone più sicure e attraversare col canotto il mar rosso per approdare nei paesi arabi dove troverebbero i loro fratelli, le loro usanze, la loro religione.
Tra l’altro hanno i reddito procapite molto maggiore rispetto al nostro.

africa

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email