La morte di Castro, personaggio senz’altro carismatico e ricco di apparente umanità, non deve distogliere la nostra attenzione da quelli che sono stati i punti focali della sua vicenda umana, legata alla storia di Cuba

Non si dimentichi di quegli esuli cubani che, mandati avanti nel 61 da Kennedy alla baia dei Porci e poi abbandonati a se stessi, finirono tutti catturati, fucilati, torturati, impiccati.

Non si dimentichi della crisi dei missili di Cuba, in cui il mondo giunse fin sulla soglia del disastro nucleare: era Fidel il primo responsabile, lui ad aver pensato di concedere il proprio territorio ai sovietici per istallarvi dei missili a testata nucleare direttamente puntati sulle metropoli statunitensi.fidel-castro
La reazione americana era da attendersi perchè scontata.
Non si dimentichi dei barconi di disperati su zattere di fortuna che sfidavano nei primi anni 80 gli squali pur di sfuggire alla sua dittatura comunista.
La vita e la dignità umana in cambio di un tozzo di pane.
E così la sua isola trasformata in un gigantesco bordello.

Non si dimentichi mai di chi era veramente Fidel!

 

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email