Italia alla resa dei conti

Con il nuovo governo che prende forma, in arrivo nuove tasse e nuovi sbarchi

Dunque, esattamente un anno dopo la formazione di un governo che mi onoro di aver avversato fin dal suo primo momento, la farsa è finita.

Un anno fa (maggio 2018) testualmente scrivevo in questo articolo (clicca qui per leggere) :… “personalmente, come sostenitore di tutti e tre i partiti del centro dx, non posso non affermare che una Lega alleata coi convinti sostenitori che gli aerei spandano nell’atmosfera gas studiati da scienziati per rincoglionirci, che l’economia si possa risollevare chiedendo nuove tasse a chi lavorando sodo e rischiando del proprio produce beni e servizi pagando già troppo, che due donne o due uomini possano sposarsi fra di loro e mettere su una famiglia artificiale…. non avrà il mio voto.

Quindi non posso, in fondo al mio cuore, non compiacermi che la farsa sia finita.
PD e 5 Stelle si ritroveranno a breve insieme per formare un governo che ha come unico scopo il mantenimento delle poltrone, contravvenendo a ciò che la stragrande maggioranza del popolo italiano non vuole: nuove tasse e nuovi sbarchi.
Sarà il governo della restaurazione, dei senatori a vita nominati per votare da una parte sola, dell’aumento dell’iva che porterà ad una ennesima moria di aziende, di licenziamenti e di disoccupazione.
Ma, stavolta, sarà anche l’ultima.
PD e M5s, come due facce di un’unica medaglia finalmente riunitasi e venuta allo scoperto, faranno pendere la bilancia in maniera definitiva dalla parte di Salvini e dei suoi alleati, dalla parte di chi l’italia l’ama veramente.
Il popolo si ritroverà in piazza a chiedere a gran voce il voto, sotto lo sguardo benevolo delle forze dell’ordine.

Poltronari privilegiati, sfruttatori, coloro che si sono messi al servizio dell’Europa multiculturalista e annientatrice di popoli, verranno spazzati via,
Il mio non è solo un augurio.
E’ una convinzione.

vittorio belluso

* foto di copertina tratta da Il Giornale.it

Mi Piace(13)Non Mi Piace(3)
Print Friendly, PDF & Email
  1. Non si può che condividere il tuo pensiero, Vittorio. A mio avviso le cose non cambieranno in meglio né in peggio. La situazione attuale è destinata a ripetersi all'infinito. Il tutto ha origine dalla distorta legge elettorale, il cosiddetto "rosatellum" dal nome del senatore piddino promotore. La legge fu avvallata, tacitamente con astensione o attivamente col voto favorevole, da quasi tutti i partiti. Ciò fu fatto per il timore che i 5S potessero governare soli. Semmai si volesse rimediare a tutti i mali, una volta per tutte, occorrerebbero rifare la legge elettorale, riportandola nell'ambito della coerenza costituzionale oppure cambiate la Costituzione, il che mi pare più irrealistico. Una cosa a me pare certa: con il prevedibile governo Pd-M5S si acuiranno le distanze tra gli elettori e la politica ma d'altronde non ci sono alternative. Lo stesso dicasi per ogni altra forma di accordo politico, anche con destre o varie combinazioni . Gli unici che ci rimetteranno, saranno i 5S che saranno ridimensionati a valori da movimento di protesta di piazza. Conclusioni: alla fine l'obiettivo del Pd, sinistra e destra uniti negli intenti con il "rosatellum", sarà stato raggiunto, con l'annichilimento dei pentastellati. Chi non ci guadagnerà invece, da anni persi in lotte intestine alla politica, sarà sempre il.paese.

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(3)
  2. Sig. Beppe legga bene . Non c'è scritto che tutti i parlamentari sono "sgallettate e tromboni" . Sull'essere poi stati eletti tutti a furor di popolo o per scelte dei movimenti o dei partiti è tutto da dimostrare. Comunque rimane il testo Costituzionale che non si può far finta di non vedere che ci vada bene o ci vada male. Certo che mi sembra strano che i partiti sovranisti di destra, solitamneti affascinati dal "Qui comando io" vogliono le elezioni.Sanno che la massa si può condizionare , basta vociare e berciare "Governo ladro, Tutti ladri uguali ecc. che dalla massa si levano gli applausi e le berciate come se il popolo fosse invece immune da ruberie, illegalità, inciviltà.

    Mi Piace(1)Non Mi Piace(7)
  3. Impariamo dalla Francia e da Hong Kong!!!!

    Io c’ero nel 69 davanti al liceo e all’ Università, 69...non 68...come dice che non era ai presidii come me....
    Sono pronta ad andare in piazza e a metterci la faccia per protestare e voi? Che non mettete neanche il cognome?
    Le istituzioni si difendono se sono pulite, ma un’uniforme o una tonaca sporche non si possono o devono giustificare, mai.

    Mi Piace(42)Non Mi Piace(10)
  4. Il rispetto per le Istituzioni e per chi li rappresenta non è un optional.
    I due rami del Parlamento non sono composti da "sgallettate" e "tromboni" ma da donne e uomini che al momento del voto hanno riscosso la nostra fiducia, meritata o meno.

    Mi Piace(13)Non Mi Piace(18)
  5. Art 1 Carta Costituzionale:

    L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

    La sovranità si esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione e non quando quattro sgallettate e altrettanti tromboni la vogliono esercitare a comando pro domo sua . Il popolo ha espresso le sue scelte nei tempi e nei limiti come previsto e stabilito( ogni 5 anni o quando il Presidente visto l'impossibilità di formare un nuovo governo scioglie le Camere) . La verità è che al governo non ci devono andare gli arruffapopolo incapaci ed incompetenti. Ogni ufeleè ul so meste. Uno cresciuto in osteria a perdere tempo deve fare al massimo l'oste e non il ministro.

    Mi Piace(12)Non Mi Piace(18)
    1. ... e quindi - secondo il suo illustre pensiero - è giusto che al governo per i prossimi 4 anni ci vadano proprio quelli che gli italiani hanno bocciato a calci nel sedere 1 anno e mezzo fa, e riapplichino la politica invisa dal popolo di accoglienza indiscriminata ai clandestini e di nuove tasse.
      ... se questa è la democrazia, evviva i carri armati!

      Mi Piace(13)Non Mi Piace(8)
  6. Secondo il mio parere modesto 2 possibilità chi si prende la responsabilità di andare al voto rischia di prendere una scoppola chi va al governo dovrà fare cose impopolari quindi ba... Ultima cosa nessuno dico nessuno escluso La Russa e la Bernini (mi sembra), ha detto in faccia a Conte (brav'uomo ma leccaculo pure lui),che i primi a sfiduciare il governo e stato m5s con la mozione contro la TAV ma il target era Matteo salvini e lo hanno affondato

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(7)
  7. Bisogna solo tornare al voto....

    Mi Piace(26)Non Mi Piace(3)
  8. Morale della favola 5MIl€ di maggiori interessi passivi da pagare e che pagheranno il"popolo" come piace alle destre dire ma solo da parte di quel popolo che paga le imposte, Punto e l'ultimo spenga la luce.

    Mi Piace(2)Non Mi Piace(21)

I commenti sono chiusi

Potrebbe piacerti anche