La spettacolosa vittoria di Donald Trump, ancor più spettacolosa perchè ottenuta contro tutti i pronostici ( evidentemente intrisi di volontà di fuorviare il voto degli statunitensi), deve farci riflettere e infonderci fiducia.
Noi stiamo con Trump, contro i guerrafondai, le multinazionali, i padroni dell’informazione, i fomentatori di odio,  i finanziatori occulti del terrorismo, tutta brava gente che stava, sta e continuerà a stare dall’altra parte della nostra riva.

Forza Trump!
La sua vittoria sta a significare che in questo grigio mondo asservito di cervelli all’ammasso, c’è ancora speranza di redenzione.

E la speranza vien dalle classi più umili, quelle medie ed operaie, quelle che più hanno sofferto la globalizzazione, quelle che stanno pagando il prezzo più alto.
I ricchi, sempre più ricchi, coloro che stanno procedendo al processo di sostituzione dei popoli troppo eruditi, sono stati sconfitti dalla democrazia, dall’auto determinazione del popolo americano, così ben sancito nella sua Costituzione.
E’ il popolo che ha fatto vincere Trump.  E noi europei abbiamo vinto con lui.
Il popolo del centr’America, delle valli sconfinate, dei borghi isolati sorti in mezzo al nulla.
E’ la corrotta New York che ha perso.
E’ la California che vive di sola apparenza che ha perso.
L’altro giorno, in un comizio improvvisato, Trump stava parlando in mezzo alla strada ed alla folla.
I passanti, a maggioranza, lo fischiavano senza fermarsi.
G
li operai alle loro spalle, intenti al lavoro nel loro cantiere, lo applaudivano … ecco, lì ho capito che avrebbe potuto vincere, che la maggioranza del popolo americano era con lui.
Ora tocca all’Europa.
Costruiamo insieme un mondo migliore, meno ipocrita, meno legato al grande capitale, meno globalizzato, più attento al grido di dolore della povera gente, costituiti dai tanti signor Rossi  e Bianchi che non sanno esprimersi, ma che sono la colonna portante della nostra cultura e della nostra società oggi più che mai sotto attacco ed in pericolo.
Sosteniamo l’alleanza USA-Russia.putin
Abbattiamo Bruxelles, semplicemente lasciandola sola.
Cadrà su se stessa.

Diamo fiato ai nostri lavoratori umiliati, alle nostre aziende, ai nostri artigiani, ai nostri operai, a coloro che hanno fatto grande il nostro Paese Italia.
W gli USA!
W la libertà!
W il principio dell’autodeterminazione dei popoli!

Trump, ha avuto il coraggio di dire le cose per come sono.
Un coraggio che non si era mai visto in USA e che lo ha premiato.

E’ per questo che  ha vinto.
Oggi è l’alba di un nuovo giorno anche per noi.
vittorio belluso

trump-2

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email