Un ambulatorio in meno per Cavallasca, un ambulatorio in più per San Fermo.
Questo ha deciso in questi giorni la giunta sanfermina.
E’ quello del pediatra, dott. Gabriele Giussani, ambulatorio che circa una decina di anni fa, grazie ad una petizione di cittadini di Cavallasca, si era riusciti a “portare” anche a Cavallasca, sia pure per un giorno solo alla settimana, precisamente al martedì.

La motivazione dichiarata è che ciò rientra in un’ottica di risparmio, ma in realtà c’è anche dell’altro, per esempio il fatturato che genera ogni singolo medico convenzionato alla farmacia più vicina.
Ora restano solamente due ambulatori medici alla decadente villa Imbonati, quelli del dott. Mario Sampietro e del dott. Maurizio Monti.
Non ci stupiremmo se anche questi venissero spostati a San Fermo, a conferma della NON considerazione dimostrata da questa amministrazione nei confronti di Cavallasca e dei suoi abitanti – vista come una località periferica di secondaria importanza – a tutto vantaggio della farmacia di proprietà del Comune, ed il cui titolare virtuale corrisponde proprio alla figura del sindaco.
Un regalo insperato per la farmacia parastatale.
Un danno enorme per quella privata che non gode di alcuna considerazione da parte dell’autorità locale, un danno per tutte le mamme e papà residenti a Cavallasca, che vedono perdere un importante presidio per la salute dei loro bambini.

vittorio belluso

Mi Piace(6)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email