A mio avviso, essere vegano, abbracciandone convintamente la filosofia, significa anche rifiutare una società che mercifica tutto, anche e soprattutto il cibo.(vedi tema dell’EXPO 2015), ma non si rende conto che, così facendo, finisce col porsi contro natura.
L’uomo è onnivoro.
Così è stato creato e concepito.
Gesù stesso mangiava poco, ma mangiava di tutto, dal pesce, all’agnello.
I vegani sono la reazione ad una forzatura alimentare, dovuta ad interessi economici mondiali.
Così come i bulimici, gli obesi e tutti coloro che finiscono con l’essere succubi, direttamente od indirettamente, della società dei consumi.
Ma non si risponde ad una forzatura con un ‘altra forzatura.
Anche gli anoressici credono di star facendo il bene del proprio corpo, quando invece si auto-distruggno.
In tutte le cose ci vuole equilibrio.
Una volta in farmacia mi è capitato il caso di una madre vegetariana che aveva deciso di far diventare vegetariano anche il figlioletto di 2 anni che, di conseguenza, aveva problemi di anemia.
Mi permisi di redarguirla e persi la cliente.

Non ho mai sentito di un neonato ricoverato perchè aveva mangiato troppa carne”_ dice Benedetta_”comunque il punto era che quando si è adulti si può fare di sé quello che si vuole, ma il rispetto che i vegani hanno verso gli animali tante volte non l’hanno per le persone, neanche per i propri figli. Questo sembra fanatismo più che scelta di vita”.

L’ alimentazione è quindi un argomento che suscita enorme interesse.

Il vero radical chic è vegano.
Non è solo una moda, è una filosofia decadente di vita che sta facendo proseliti specie fra gli adolescenti delle famiglie in special modo benestanti.

Quella del veganesimo, più che una scelta dettata dalla ragione, appare essere una reazione emozionale ed inconscia, che sconfina nel fanatismo, in una vera e propria forma di religione succedanea.
Quindi la madre vegana tenderà ad influenzare i propri figli, che cresceranno in maniera sbagliata dal punto di vista dell’alimentazione.
Occorre, per avere una dieta sana ed equilibrata, cibarsi di tutto un po’.
Dal mondo vegetale, al mondo animale.

Sembrano banalità, ma banalità non sono.
I sali minerali e le vitamine della verdura, sono importanti tanto quanto le proteine della carne.
Sono essenziali tutt’e due.

vittorio belluso

expo 3

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email