Come volevasi dimostrare …

L’altro ieri sono arrivate le direttive in base all’accordo fra Federfarma e il Governo, per poter ottenere il ristorno delle mascherine chirurgiche in giacenza, comprate a € 1,20 e vendibili da ora a € 0, 61 (50 cent + iva 22%, che non è stata tolta). 4 pagine fitte fitte di cavilli, scritti apposta per scoraggiare quei farmacisti che decidessero di provare ad ottenere il risarcimento. Di più: serve anche la firma del commercialista che conferma, a garanzia del prezzo pagato. Sapete a che conclusione sono arrivato? Che se le venda Arcuri, le sue mascherine cinesi! Le paghi lui e se le venda lui! Io ci rinuncio volentieri, visto che il grossista continua a cederle ad un prezzo di gran lunga superiore a quello a cui dovremmo poi venderle.

vittorio belluso

Mi Piace(7)Non Mi Piace(1)
Print Friendly, PDF & Email
  1. L'Arcuri giorni fa comunicava che stanno arrivando miglioni di mascherine a 50 centesimi.
    Ma dove ? Ma quando ? Risultato ? Nessuno le ha ancora viste.
    Allora per tappare il buco ci ha pensato l'ISS con un comunicato che permette l'uso di mascherine fai da te.
    Però qualcuno mi dovrebbe spiegare perchè i produttori di mascherine per avere l'ok alla vendita devono seguire una trafila chilometrica, compresi test specifici sulla "funzionalità" e poi si permette al privato di farsele in casa.
    Una vera contraddizione.
    Come diceva la Sora Lella "non è che questi ci stanno prendendo per il c... ?".
    Mettetevi d'accordo tecnici ed esperti dei miei stivali !

    Mi Piace(2)Non Mi Piace(1)
  2. Ma cosa c'entra il commercialista a garanzia del prezzo pagato ?
    Ma a cosa serve la fattura elettronica che è tra l'altro nei sistemi della Pubblica Amministrazione ?
    Questa Italia muore a causa della burocrazia non per il Coronavirus e purtroppo questa situazione non cambierà mai !
    Ma questi tecnici profumatamente pagati hanno mai lavorato sul campo ?

    Mi Piace(8)Non Mi Piace(0)

I commenti sono chiusi

Potrebbe piacerti anche