Sui nostri confini con la Svizzera, sta riapparendo una figura che si credeva perduta per sempre dai tempi della seconda guerra mondiale.
E’ stato infatti negli ultimi 2 anni di guerra che ebrei in fuga dalle persecuzioni, sfollati rimasti senza casa a causa dei bombardamenti, renitenti alla leva, tentavano di fuggire in Svizzera attraverso i sentieri semisconosciuti che solo pochi esperti locali conoscevano: erano i ‘passatori’.
Gente che per soldi ti accompagnava di notte fino alla rete del confine.
Spesso, molto spesso, le valigie restavano di qui dalla rete, perchè una volta che il fuggiasco aveva scavalcato la recinzione, il passatore non gliele passava, appropriandosene.
Ecco, ora, quei tempi bui, quei tempi che credevamo sorpassati per sempre e consegnati all’oblio della storia, son tornati.
I ‘passatori’ son tornati.

vittorio belluso

profuga 1

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email