Presto tutto cambierà

Nel volgere di un tempo inferiore a quella che può concepire la nostra immaginazione, le parrocchie di San Fermo della Battaglia e di Cavallasca verranno accorpate, sulla falsa riga di quanto già avvenuto per i due municipi.

La decisione vescovile è nell’aria, e noi già ne avevamo parlato un paio d’anni fa in un nostro articolo quando il Vescovo era ancora Coletti.
Ma ora pare che questa decisione, per altri versi ineluttabile e scontata, sia ad un passo dall’essere presa dal nuovo Vescovo Oscar.

Con ogni probabilità il parroco di Cavallasca -Don Teresio- proseguirà il suo iter di approfondimento spirituale e migrerà verso altri e più altolocati lidi.
Non ci è dato sapere se il parroco attuale della parrocchia di San Fermo resterà ed allargherà la propria sfera di influenza con l’acquisizione della parrocchia di Cavallasca.

Conseguentemente a ciò, sulla falsa riga di quanto già avvenuto a Parè e Drezzo, frazioni di Colverde, le S.S. Messe saranno ridotte perchè in comune, con la messa della domenica mattina a San Fermo e quella del pomeriggio a Cavallasca e o viceversa.

Tutto ciò non deve sorprenderci.

Queste sono decisioni obbligate che i vari Vescovi italiani stanno prendendo sulla scia del calo delle vocazioni, che fanno si che trovare un parroco di etnia italiana sia diventato difficilissimo

vittorio belluso

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email