Una ‘boutade’ al di sopra delle parti

Se l’esito referendario sull’incorporazione di Cavallasca a San Fermo sarà NO, Ronchetti, come promotore, sarà obbligato a dare finalmente le proprie dimissioni, in parallelismo al referendum nazionale sulla pseudo riforma costituzionale voluta da Renzi.
Così come a novembre i NO saranno soprattutto per mandare a casa un premier non eletto dal popolo che non ha mantenuto le promesse di rilancio della nostra economia, aprendo le frontiere a cani e porci, ad ottobre, chi voterà NO all’incorporazione, voterà NO al sindaco ed alla sua giunta,  al suo evidente tentativo di riciclarsi per altri 5 anni, eludendo quelle dimissioni che avrebbe già dovuto dare da un pezzo.

vittorio belluso

rongatti 3

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email