Causa covid, o forse sarebbe meglio dire, causa disorganizzazione municipale, alcuni bambini delle scuole medie resteranno a piedi, non essendo riuscito il Comune ad organizzare il loro trasporto col giallo bus.
Ad oggi, la sola cosa certa è che è stato eliminato lo scuolabus di rientro per i bambini che fanno l’orario lungo con la scusa che sono pochi (16 bambini).
Sindaco e responsabile comunale si rimpallano le responsabilità, ma i genitori sono furiosi, in special modo le mamme, a cui toccherà, in ultima istanza, sopperire al mancato servizio.
Vero è che il rientro a scuola scaglionato, sommato ai divieti di assembramenti, hanno posto non pochi problemi a chi doveva organizzare le corse dello scuolabus.
Ma il risultato è stato pessimo, visto che alcuni bambini sono rimasti ingiustamente a piedi.
E scriviamo “ingiustamente”, perchè il servizio è da sempre a pagamento, e che le famiglie dei 16 bambini hanno gli stessi diritti delle altre. 

La considerazione amara di una mamma che ci ha contattato è la seguente:
“in questo momento in cui si parla solo di scuola e di distanziamento sociale, il Comune si adopera per complicare gli orari di mamme e papà e procurare assembramenti, perché è logico che adesso le mamme dovranno portare loro a scuola i bambini, e per di più in orari non sempre compatibili coi loro impegni lavorativi”.

 

Mi Piace(22)Non Mi Piace(1)
Print Friendly, PDF & Email