Si informano i lettori, nonché residenti a San Fermo e a Cavallasca, che la scadenza del pagamento della Tari – in scadenza oggi 16 maggio – è stata prorogata al 31 maggio, in quanto moltissime persone non hanno ancora ricevuto l’f24.

In tal merito sottolineiamo 3 cose, anche in base a coloro i quali il pagamento dell’immondizia l’hanno già ricevuto:

  1. La colpa del disservizio non è solo del Municipio ma anche della Posta Privata di Fino Mornasco, incaricata di fornire il servizio di consegna a domicilio.
  2. L’importo sia per i privati che soprattutto per le aziende risulterà aumentato di circa il 5%, a conferma di tutte le balle che ci racconta l’amministrazione circa la diminuzione generale delle tasse locali ed alla faccia delle 752 mila euro già entrate quest’anno dallo Stato come premio per la fusione fra Cavallasca e San Fermo.
    Un aumento del tutto ingiustificato.
  3. Le rate sono due con due scadenze diverse che vanno pagate distintamente, anche nel caso si volesse saldare tutto e subito per poi avere un balzello in meno nel carnet delle cose da fare a fine anno.
    Ma non è stato previsto nessuno sconto per coloro i quali salderanno tutto e subito, a conferma della pochezza di chi ha stabilito importi, scadenze e modalità di pagamento: sicuramente un/una burocrate che vive distante dalla realtà imprenditoriale.
Mi Piace(7)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email