Errata corrige a quanto riportato sul volantino NO Fusione

L’aumento dell’addizionale Irpef porterà (si stima salvo evasione già verificatasi) nella casse del Comune di Cavallasca un maggior introito di 200 mila euro e dell’Imu un maggior introito di 29 mila euro( dati forniti dall’amministrazione di Cavallasca).

Con questa somma si ottiene il pareggio di bilancio.

Se il ripianamento del debito è di 46 mila euro l’anno per dieci anni, ciò significa che comunque al termine di 10 anni e per sempre sono necessari per ottenere il pareggio 186 mila euro.( €229.000 – €46.000).
Questo con i trasferimenti per asilo parrocchiale ridotti, tariffe elevate e addizionale che comunque non potrà scendere allo 0,35 come è a San Fermo.

Pro capite sono:
€ 229.000,00 : 3000 (n°abitanti di Cavallasca) = 76,33 euro di maggior prelievo rispetto a quanto fa pagare San Fermo della Battaglia.

Dopo i 10 (o 8 anni non è chiaro) anni 186.000/3000 abitanti 62 euro pro capite per il resto dei giorni. ( e non 16 euro come erroneamente dichiarato da Gagliardi in assemblea ieri sera)
A meno che si riducano i costi o ci siano altri tipi di ricavi, cosa che appare assai improbabile.
Questa riflessione è doverosa alla lettura del volantino distribuito ieri Ieri.
Ragionateci anche Voi, cari lettori, e correggeteci se i nostri conti Vi appaiono non corretti.

Autore firmato.
volantino

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email