Come già detto altre volte non è stata colpa ne di Berlusconi ne di Prodi ne ora di Renzi se l’economia in Italia oggi va male ma per il fatto che non siamo più competitivi in niente e noi tutti abbiamo vissuto e viviamo al di sopra delle nostre possibilità.
Molti danno la colpa all’euro, ma la colpa è tutta nostra anche se l’euro è stato gestito male sin da giorno della sua introduzione.
Anche senza euro e con ancora la lira ci troveremmo ugualmente in questa situazione, una situazione che non siamo in grado di gestire.
Le nostre aziende sia per la burocrazia sia per altro (vedi cinesi che producono anche cose belle e di lusso a costi inferiori ai nostri ignorando regole e leggi.)
Il nostro è un paese povero e noi abbiamo una mentalità diversa dai tedeschi con i quali non possiamo competere avendo loro un paese molto ricco.
Dobbiamo prendere atto delle nostre possibilità e imporci un comportamento consono alla nostra portata per non finire come la Grecia ove c’era una assistenza statale fuori da ogni norma e dove quei pochi che lavoravano non rendevano un bel niente.
Per stare al passo con l’Europa (Euro si euro no) dobbiamo renderci conto che siamo un paese un pochino superiore al terzo mondo (altro che settima potenza mondiale) e non possiamo più vivere al di sopra delle nostre possibilità e imporci delle regole, come abbassare il tenore di vita, rinunciare al superfluo, ridurre numericamente gli immigrati (non abbiamo niente per noi figurarsi per gli altri) gestire meglio le risorse turistiche naturali, reagire a darsi da fare e acquisire con la nostra consapevolezza intelligenza e previdenza un comportamento da cui dipende l’avvenire delle nostre future generazioni.

MOIREGIRF

frigerio

 

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email