La situazione è decisamente peggiorativa rispetto ai dati tragici diffusi dagli organi competenti.

Sono moltissime le persone anziane decedute in modo piuttosto repentino in casa o in casa anziani per polmonite bilaterale interstiziale, a cui non è stato praticato alcun test e i cui familiari sono semplicemente stati messi in quarantena a scopo precauzionale senza alcun tampone.
Il vero problema, oltre alla scarsa disponibilità di tamponi e di personale che possa farli, è che i laboratori sono strutturati per accogliere, ( oltre alle analisi routinarie ), pochi campioni, rispetto all’imponente necessità.
Questo drammatico problema si somma alla ormai cronica situazione deficitaria per il personale medico e paramedico, aggravato dall’emorragia causata dalla nostra vicinanza con il territorio elvetico ed alla riduzione drastica del numero di posti letto causata dai famosi DRG che rendono “poco conveniente” (che schifo parlare di economia correlata alla salute) il ricovero.

Francesco Pizzala

Mi Piace(3)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email