In questo giorni, alla redazione del nostro blog, sono arrivate una miriade di lamentele da parte di cittadini a cui il Municipio ha recapitato la bolletta dell’acqua.
Motivo di tanto stupore è il costo al metro cubo, che è, in pratica, raddoppiato.
E questo dopo che il Comune ha deciso di passarne la gestione a Como acqua.
La decisione è stata presa furbescamente per sgravare il Comune dalla responsabilità (e dai costi) di un acquedotto in buona parte fatiscente, che spesso e volentieri necessita di costose manutenzioni.
La dispersione è maggiore a Cavallasca che a San Fermo, ma sempre molto alta, intorno al 35%.

La nuova bolletta riporta i consumi dell’anno precedente e vi è un documento allegato (foto) che riporta una legge in vigore dal 1 gennaio 2018, che afferma che qualora non si avessero dati circa il nucleo familiare vengono conteggiate 3 persone.
Nel caso di nuclei famigliari superiori a 5 persone, (errata corrige, n.b.il numero esatto è riferito a 3), si può chiedere una riduzione.
Nel retro vi è un modulo di autocertificazione da compilare, in cui occorre specificare di quanti componenti è composto il nucleo e allegare una fotocopia della carta di identità.
Richiesta in realtà superflua da parte del Comune di San Fermo, in quanto i dati dei nuclei famigliari dei residenti sono già in suo possesso, presso l’Anagrafe.
In pratica il cittadino è sempre trattato come un suddito.
Ma, soprattutto, la cosa più scandalosa, è che tale richiesta di autocertificazione per ottenere la riduzione per nuclei oltre le 5 persone, venga fatta a posteriori, dopo aver emesso la fattura.
Chi ci guadagna in questo giochetto?
Le fasce di costo sono in tutto 4, ma non si comprende con quale criterio siano suddivise.

Dalle prime verifiche, comunque in attesa di conferma, emerge che il costo al metro cubo dell’acqua pubblica sia quasi raddoppiato, da circa 0,80 cent a oltre € 1,60 !
Un bell’aumento … non c’è che dire!
Fortuna che siamo il Comune più ricco della provincia, quello che ha le entrate del parcheggio del Sant’Anna e della fusione con Cavallasca, perchè sennò conveniva bere vino al posto dell’acqua!

Mi Piace(27)Non Mi Piace(1)
Print Friendly, PDF & Email