Secondo le nostre informazioni, nei giorni scorsi, i ‘diversamente profughi’ che hanno accettato di svolgere mansioni di pulizia del verde per il Comune di Cavallasca, si sono recati dal sindaco richiedendo di essere retribuiti per il lavoro svolto.

Evidentemente non era loro stato spiegato in maniera sufficientemente chiara che il lavoro svolto,sarebbe stato da intendersi  a compensazione dell’accoglienza già ricevuta, comprensiva di vitto, alloggio in villa, luce, riscaldamento, sigarette, ricarica telefonica pagata, paghetta giornaliera di € 2,50 al costo, per la collettività italiana, di € 32,50 al giorno per ognuno di loro.

profughi 2

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email