Da alcuni giorni, grazie all’opera di alcuni volontari, è stata messa in opera una grande raccolta di firme porta a porta, fra i residenti delle vie interessate dal cambiamento di viabilità, così come divulgato dall’articolo a firma Paola Mascolo del mese scorso. ( E buon per il quotidiano La Provincia, che esso venga sistematicamente informato prima e meglio della minoranza presente nel Consiglio comunale sanfermino, che viene sempre informata attraverso la penna della brava giornalista, mai da comunicazioni ufficiali, propedeutiche ad un ipotetico quanto sano e democratico dibattito).

Le firme raccolte sin qui sono centinaia, ma ci duole constatare che, fra i residenti della zona interessata, cioè praticamente di tutto il “Villaggio del sole”, c’è chi non ha voluto firmare le osservazioni che verranno presentate al signor sindaco.
Fatto salvo che una percentuale omeopatica di costoro è favorevole al progetto accennato nell’articolo de La Provincia e in questo blog dettagliatamente presentato negli articoli precedenti, ci duole il constatare – dicevamo – che fra i NON firmatari, la motivazione addotta è la paura di contrariare il sindaco, visto evidentemente come persona capace di ritorsioni nei confronti di coloro che democraticamente e civilmente, si dichiarano contrari ad un progetto che, per come è stato presentato a mezzo stampa, assomiglia più ad una colossale baggianata mirante a mitigare le conseguenze, per altro sotto gli occhi di tutti, di precedenti errori urbanistici (vedi scuola elementare, asilo e palestrina con drastica sparizione dei necessari posti auto), che ad un progetto studiato da un professionista.
Ancora una volta, quindi, constatiamo che la mentalità del paese rimane sempre ancorata a stereotipi che non ci appartengono e dai quali ci dissociamo totalmente.
Riteniamo che alla fine, il bislacco progetto verrà messo in essere, nonostante le moltissime firme che infine verranno presentate, per un motivo molto semplice: quel che decide il sindaco deve andare bene a tutti, volenti o nolenti.
Quasi si trattasse di una sfida.

vittorio belluso

Mi Piace(16)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email