INGORGHI PRENATALIZI A COMO
Nei giorni prenatalizi si è verificato come già da anni ingorghi pazzeschi di auto in cerca di parcheggio per le vie e negli autosili della città.
Come già segnalato da noi nel marzo 2014 delle soluzioni di poco costo per ovviare a questi inconvenienti:

1) Ripristinare il battellino navetta da Tavernola (dove esiste un enorme parcheggio) a piazza Cavour.
Questa viabilità lacustre ridurrebbe l’intasamento del borgovico e le auto provenienti dal lago e dintorni posteggerebbero a Tavernola, prenderebbero il battellino migliorando sensibilmente la qualità dei trasporti e della vita (vedi smog)
Como diverrebbe come Venezia la città che si arriva in battello nel pieno centro storico.

2) Altra soluzione rilanciare la cosiddetta metropolitana leggera fermando il capolinea delle Nord o a Grandate o a Camerlata o all’autosilo Valmulini usando l’ultimo tratto della linea ferrata per raggiungere il centro città con delle fermate a Camerlata alla cittadella sanitaria (ex Sant’Anna, dipende da dove si fa il capolinea) all’università di via Valleggio, in viale Lecco (Sant’Orsola) piazza del Popolo, Como lago (Sant’Agostino)
Se il capolinea si dovesse effettuare all’autosilo Vallmulini si potrebbero realizzare dei camminamenti al coperto per raggiungere la ferrovia.
Questo capolinea sarebbe in grado di assorbire il traffico proveniente dall’olgiatese, dal canturino e addirittura dall’erbese realizzando una strada veloce sino all’autosilo.
Il tutto ovviamente va reclamizzato e segnalato, la gente ci mette molto tempo a cambiare abitudini
Del resto io che abito a Como da sempre (ci sono nato) non so ancora come fare e quale strada prendere per posteggiare al Valmulini.
Come si può costatare il tutto si può adeguare con poche spese, con corse frequenti, ci vuole solamente lungimiranza e volontà.

BUON NATALE da Moiregirf

Mi Piace(7)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email