Il punto di fC

E’ il buco di bilancio il vero protagonista occulto della fusione sul cui esito andremo ad esprimerci domenica.
Non bisogna dimenticare che il municipio di Cavallasca, attraverso una politica miope e clientelare, è in uno stato che tecnicamente si chiama di pre-dissesto economico, ovverosia in attesa che la Procura accerti responsabilità ed emani eventuali sanzioni.
Ronchetti, con un ennesimo capolavoro di contorsionismo, è riuscito a distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalle tasse pazzesche che ha dovuto imporre a tutta la popolazione per rimediare ai suoi errori– comprese le fasce più deboli – all’operazione incorporazione col ricco paese vicino.

Di più, è quasi riuscito a fare in modo che sia lui in persona, cioè l’artefice del disastro, l’unica figura che, in una qualche maniera, continuerà ad avere un ruolo politico anche negli anni a venire.

Dall’altra parte, la sinistra locale, nel suo capogruppo Gagliardi, pur facendo leva su argomentazioni assolutamente condivisibili come la mancanza di rappresentatività e di garanzie offerte a Cavallasca dal Mascetti, non dice tutto quel che è nel suo essere.
Ovverosia che Egli è in carriera politica e non può permettersi il lusso di restare fuori dall’agone politico, e quindi spera, con la vittoria dei NO, di fare cadere la giunta Ronchetti il prima possibile, magari anche con l’aiuto di un commissario prefettizio, e di andare subito dopo a nuove elezioni, con lui candidato sindaco.

Quindi, in questo quadro alquanto desolante, il mio consiglio è andare a votare SI per mandarci a casa tutti. Me compreso.

vittorio belluso

buco 2016

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email