Dopo i dubbi sollevati da alcune persone per via del quorum presunto non raggiunto a San Fermo, ora anche questo ostacolo è stato superato.
E’ bastata una delibera di Consiglio comunale cui hanno fatto seguito le altre due più in alto di grado.

Nei giorni scorsi, alcune fonti tutt’altro che sprovvedute, che certo non hanno accettato di buon grado l’esito del referendum incorporativo, hanno sollevato la questione della legittimità della consultazione del 9 ottobre scorso.

Secondo tali fonti, il referendum sarebbe dovuto venire annullato perchè, stando al precedente regolamento dello statuto del comune di San Fermo, il 9 ottobre non si è raggiunto il quorum del 50% dei residenti.
Ora, sebbene a noi appaia la questione assolutamente pretestuosa, in quanto trattasi di un referendum obbligatorio sovra comunale indetto direttamente dalla Regione Lombardia e quindi al di fuori dei singoli statuti dei due singoli comuni, ugualmente il Comune di San Fermo, attraverso una variazione del suo regolamento, la Regione Lombardia e, appena ieri, il consiglio provinciale di Como, si sono espressi accettando e ratificando la suddetta fusione per incorporazione, mettendo fine alla sterile polemica.

A tal merito, appena ieri pomeriggio, lo scrivente è stato contattato da un membro del Consiglio Provinciale rappresentante di Forza Italia, cui ha confermato quanto da noi fatto per il felice esito della operazione, cui Forza Italia, è stata promotrice sul territorio  e quindi che il suo rappresentante in Consiglio provinciale era auspicabile che  votasse a favore nella seduta che si sarebbe svolta la sera stessa (ieri).

Secondo i fautori dell’annullamento dell’esito referendario, non esisterebbe distinzione fra referendum comunale e sovra comunale, per cui anche il secondo sarebbe stato assoggettato alle medesime regole del primo.
Da oggi la questione appare definitamente superata, con la ratifica di Regione e Provincia.

Cavallasca e San Fermo, dal 1° gennaio, saranno un Comune unico con la conseguenza che l’intero Consiglio Comunale cavallaschino cesserà di esistere.

vittorio belluso

consiglio san fermo

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email