Con un costo di ben 485 mila euro, è ormai pronto per essere inaugurato il nuovo spazio della parrocchia di Cavallasca, con all’interno un grande salone progettato appositamente per le feste.

Uno spazio ove le famiglie potranno festeggiare eventi, cresime, battesimi e forse anche matrimoni, a prezzi stracciati, grazie all’esenzione di cui gode in Italia la chiesa dal pagamento di tasse cui i normali ristoratori devono sottostare.
Infatti la legge italiana è molto permissiva per quanto concerne le attività “ricreative” della chiesa.
Niente scontrini, niente IVA, niente IMU, nessuna assunzione quindi niente contributi, visto che l’opera svolta per il funzionamento del ristorante è a carico dei volontari della parrocchia, che mettono gratuitamente al servizio della comunità il proprio tempo e le proprie energie.
Solo la SIAE, nel caso della presenza di un’orchestrina, dovrà essere versata da chi organizzerà la festa conviviale.
Ecco perchè il piatto servito al tavolo, alla fine, costa meno che in pizzeria.

Sabato il Vescovo in persona sarà a Cavallasca per l’inaugurazione del nuovo bellissimo e costosissimo stabile.

vittorio belluso

Mi Piace(15)Non Mi Piace(8)
Print Friendly, PDF & Email