Assurdo ma vero, il sindaco – con l’ordinanza contro la vendita di bevande alcoliche n°24 ( per visualizzarla clicca su questo link)  decide di stroncare l’attività di bar e soprattutto ristoranti, vietandone l’apertura oltre le h 23.
Il tutto, nascondendosi dietro presunte misure anti-covid, che ormai come scusante, è diventata un alibi con cui i politici fanno quello che vogliono.
All’origine della decisione – questa è la nostra convinzione e la mettiamo per iscritto – non certo la tutela della salute dei cittadini, ma le lamentele arrivate in municipio ad opera di alcuni residenti, per gli schiamazzi provenienti da una unica attività adiacente ad una serie di condomini.
Ma stavolta, per non incorrere nelle ire degli avventori del locale in questione, da noi peraltro non nominato, si è scelto di penalizzare tutti gli esercizi, primo fra tutti il ristorante di cucina greca 27 maggio, che vede fortissimamente penalizzata la sua attività, specie ora che ha dovuto giocoforza portarla all’aperto per motivi di spazio.
Che dire?
E’ sempre la solita politichetta, meschinella, banale, scontata, menefreghista nei confronti delle attività locali.
Altre parole non ci sono.

vittorio belluso

Mi Piace(11)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email