Le commissioni LAVORI PUBBLICI & VIABILITA’ e ECOLOGIA & AMBIENTE del comune di San Fermo, hanno depositato in Comune (e quindi a disposizione di chiunque ne chieda copia e visione) il seguente documento.

E’ un documento duro, in grande parte affine a ciò che andiamo dicendo ormai da un anno, che denuncia l’immobilismo dell’amministrazione di fronte ad alcuni problemi che sono emersi, nonchè il fatto che il signor sindaco – secondo a noi a causa di un regolamento statutario che regola il funzionamento delle commissioni semplicemente assurdo – non pare ricevere ciò che le suddette commissioni deliberano, generando quindi nei loro membri un senso di sconforto e di abbandono.

Ecco il documento che pubblichiamo in versione integrale ( nelle foto il presidente della commissione Lavori Pubblici  – Pietro Iaconis – in compagnia di un altro membro della commissione):

.... “durante l’incontro sono state affrontate le seguenti tematiche: – Presentazione dei vari componenti delle due commissioni; – Entrambe le commissioni concordano sul fatto di essere per nulla considerate sia da parte del nostro Sindaco che della Giunta Comunale.
Le conclusioni giungono dal fatto che in questi mesi non c’è mai stato un coinvolgimento o interessamento da parte di questi ultimi per il lavoro svolto fino ad ora e per un nostro pensiero su alcune scelte da prendere.
Le notizie vengono sempre percepite dai quotidiani locali a cose ormai fatte e non da parte della Giunta. Per questo motivo si chiede un incontro con il Sindaco e i rispettivi assessori rappresentanti al fine di capire quale sia il loro pensiero, poiché a nostro parere le commissioni non servono, se vengono totalmente ignorate come sta succedendo; – A seguito di alcune segnalazioni fatte da cittadini dovute a spiacevoli situazioni x disguidi tecnici tra fognature e raccolta acque chiare, in particolar modo dopo temporali, si propone un ispezione da parte dell’ufficio tecnico o ente autorizzato per risolvere la questione. Sulla maggior parte del nostro territorio a nostro parere il sistema non è più idoneo, come altrettanto quello della distribuzione idrica dell’acqua per la quale si continua a rimandare, scaricando il problema su un consorzio provinciale non ancora operativo e il quale, a causa di una mal gestione di manutenzione dei comuni negli anni, si troverà ad affrontare diverse spese che finiranno come al solito a carico dei cittadini.
L’acqua è un bene prezioso che va tutelato e assolutamente non sottovalutato come sta facendo anche il nostro comune; – La mancanza di una programmazione per lavori di rifacimento distribuzione gas, fibra sul nostro territorio (e volendo si poteva dare un inizio per la risoluzione anche della precedente questione) a portato ad avere un paese con strade indecenti e che nonostante le promesse ancora a oggi non è incominciato il piano di riasfaltatura. Forse per qualcuno questa situazione porta gli automobilisti ad andare piano per il nostro territorio, anche se non ne siamo proprio convinti.
Per ciclisti e motociclisti e un grandissimo pericolo; – Se si fa un giro nei nostri parchi giochi si nota una scarsissima manutenzione e pulizia. A volte essa è dovuta anche al mal costume di alcuni cittadini, ma è anche la chiara conseguenza di quando non vi è nessun tipo di controllo da parte delle istituzioni comunali; – Si ricorda che ancora oggi sulle vie Ravona e Imbonati non è chiaro quale sia il limite di velocità dopo le varie segnalazioni già fatte. Su un rettilineo inoltre, a seconda del lato di percorrenza si passa da un limite di 50 a 30 km orari. Di conseguenza ci si chiede come sarà tarato l’autovelox quando sarà attivo.”

 

Mi Piace(6)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email