Sull’eziologia del nome di Cavallasca, sono state dette e scritte molte invenzioni di pura fantasia

La memoria storica alla quale attingiamo è quella della dott.essa Carolina Sassi_farmacista, che è nata a Parè_Colverde nel 1922 ed ha lavorato a stretto contatto con la popolazione di Cavallasca per oltre 50 anni e ci ha tramandato la memoria storica di suo padre, Giuseppe Sassi_farmacista, che era nato a Caversaccio e che fondò la farmacia di Parè (che ancora porta il suoi nome) nel lontano 1913.giuseppe sassi
A monte della piazza di Cavallasca, coperta dal cemento e dall’asfalto nella seconda metà degli anni 60, i 3 corsi d’acqua (ruscelli) si chiamano tutti Asca, compreso quello con la piccola cascata all’inizio di via Sarfatti che è poi quello che passa direttamente sotto la piazza in linea di continuità col vero e proprio Seveso, a differenza degli altri due corsi che si congiungono ad esso passando dall’altra parte, uno sotto la provinciale all’altezza del cimitero (il secondo corso d’acqua di via Sarfatti) ed il terzo più a monte, fino a congiungersi al primo dei tre all’altezza della Valgrande.
E’ alla confluenza dei tre canali di scolo collinari, che il corso d’acqua prende le sembianze di un vero e proprio fiume, ed è ufficialmente da qui che comincia a chiamarsi Seveso.
Dal momento che un tempo di cui si è perduta la memoria, i tre rigagnoli si chiamavano Asca e coprivano interamente il primo insediamento abitativo del nucleo a monte della attuale piazza Garibaldi, il nome del centro abitativo stesso venne chiamato Cavallasca = a cavallo dell’Asca.

Quanto scritto è quanto risulta, come già specificato, dalla memoria tramandata dai nostri avi.

vittorio belluso

cavallasca55 (600 x 455)

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email