CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN FERMO DELLA BATTAGLIA E LA PARROCCHIA “SAN MICHELE” IN LOCALITA’ CAVALLASCA PER LA REALIZZAZIONE DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE E MESSA IN SICUREZZA DELL’IMMOBILE ADIBITO A SCUOLA DELL’INFANZIA.
L’anno duemiladiciotto addì ______ del mese di_______ in San Fermo della Battaglia, nella residenza comunale in Piazza XXVII Maggio n. 1
TRA
Il Comune di San Fermo della Battaglia (nel seguito il “Comune”) rappresentato dal signor Pio Ricciardi nato a Termoli (CB) il 29/05/1955 codice fiscale RCCPIO55E29L113C che dichiara di intervenire in questo atto esclusivamente in nome, per conto e nell’interesse del Comune di San Fermo della Battaglia, P.IVA 00354000135, che rappresenta nella sua qualità di Responsabile del Servizio Affari Generali giusto Decreto Sindacale n. ___ del _________________;
E
La Parrocchia “San Michele” con sede nel Comune di San Fermo della Battaglia Piazza Garibaldi n. 1 – località Cavallasca, (nel seguito “Parrocchia”) codice fiscale 80010620138 rappresentata da don Teresio Barbaro codice fiscale BRBTRS70S22C933B nella sua qualità di proprietaria dell’immobile sito in località Cavallasca – Via Monte Sasso n. 3 – censito in catasto alla Sez. CAV – Foglio 4 – Part. 948 – Sub. 702, 703, 704, 705 (nel seguito l’”Immobile”) adibito a Scuola dell’Infanzia (nel seguito la “Scuola”) attraverso l’Associazione Scuola Materna di Cavallasca con sede in Via Monte Sasso n. 3, San Fermo della Battaglia;
PREMESSO CHE
nel Comune non sono esistenti strutture comunali o statali di Scuola dell’Infanzia e che la Scuola dell’Infanzia esistente in località Cavallasca, fornisce da molti anni alla comunità locale un servizio pubblico essenziale alla crescita ed allo sviluppo dei più piccoli, in locali dati in comodato d’uso gratuito dalla Parrocchia, proprietaria dell’Immobile, che necessita di interventi di ampliamento della struttura per la creazione di due aule e di riammodernamento e messa a norma degli impianti e delle strutture;
a tale proposito la Parrocchia ha conferito specifico incarico di progettazione all’Arch. Gianmarco Martorana, iscritto al n. 1782 dell’Albo degli Architetti della Provincia di Como, con studio in San Fermo della Battaglia, che ha predisposto specifico progetto di fattibilità con una previsione di spesa, comprensiva di oneri per la sicurezza, IVA, spese tecniche e imprevisti, di complessivi € 998.000,00.=;
la Parrocchia non ha le risorse economiche per far fronte agli importanti investimenti di cui sopra e che pertanto ha chiesto l’intervento del Comune in applicazione del principio di “sussidiarietà”, come previsto dall’art. 118 della Costituzione, finalizzato all’erogazione di
un contributo straordinario a titolo di compartecipazione per l’importo complessivo di € 998.000,00.=, dedotto dell’importo del ribasso;
il Comune e la Parrocchia convengono sulla necessità di stabilire forme di collaborazione al fine di garantire la migliore e più completa effettuazione dei succitati servizi scolastici tramite la stipula della presente Convenzione.
RICHIAMATO
il parere in data 16/10/2008 della Corte dei Conti – Sezione Regionale di Controllo della Lombardia n. 75/pareri/2008, ed accertato inequivocabilmente che la “richiesta del Sindaco … in ordine all’ammissibilità di un contributo straordinario a favore di una Scuola Materna privata per l’esecuzione di lavori di ampliamento dell’edificio scolastico allo scopo di creare nuove sezioni, non può non trovare consenziente questa Sezione, solo nell’ipotesi in cui l’attribuzione patrimoniale sia finalizzata allo svolgimento di servizi pubblici o, comunque, di interesse per la collettività”;
PRESO ATTO CHE
– la Scuola è stata riconosciuta Scuola Paritaria ai sensi della Legge n. 62/2000 con Decreto n. 488/2389 del 28/02/2001, operando senza scopo di lucro;
– il personale docente della Scuola è munito di diploma specifico riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione;
– al personale docente della Scuola è riconosciuta l’autonomia didattica nei termini previsti dall’art. 22 del vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro;
– nella Scuola, sulla base dello Statuto e del Regolamento interno, operano organi di partecipazione con la rappresentanza dei genitori e di personale;
– il Consiglio di Amministrazione della Scuola ha adottato con il personale docente e non docente un rapporto di impiego basato sul vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro FISM;
– la Scuola opera con la libertà riconosciuta alle Scuole Paritarie per quanto riguarda l’insegnamento, l’orientamento culturale, l’indirizzo pedagogico-didattico, come indicato nel proprio Regolamento;
– la Scuola svolge un servizio pubblico in campo educativo e sociale conformemente al principio del pluralismo istituzionale e di proposte educative sancite dalla Costituzione Italiana, riconoscendo come propri gli obiettivi fissati dalle disposizioni legislative, in specie per quanto concerne lo sviluppo della personalità dell’alunno nel superamento di ogni emarginazione legata alle condizioni personali e sociali;
– la Scuola svolge la sua attività nel Comune di San Fermo della Battaglia, che ne riconosce la funzione pubblica, e collabora con le altre strutture di riferimento nel territorio, e accoglie i bambini in età prescolare nei limiti numerici determinati dalla struttura organizzativa e con precedenza per quelli residenti nello stesso comune;
– l’attività svolta dalla Scuola riveste carattere di indispensabile servizio di interesse pubblico;
TUTTO CIO’ PREMESSO
si conviene e si stipula quanto segue:
Art. 1
Premesse
Le premesse formano parte integrante e sostanziale della presente convenzione (nel seguito la “Convenzione”).
Art. 2
Finalità della Convenzione
La presente Convenzione costituisce uno strumento operativo condiviso tra il Comune e la Parrocchia, a beneficio della comunità locale.
L’accordo ha per oggetto il sostegno al servizio educativo pubblico svolto dalla Scuola e la ristrutturazione e la messa in sicurezza dell’Immobile adibito a sede della Scuola dell’infanzia e pertanto si stipula la presente Convenzione avendo in comune i seguenti obiettivi:
– la fruizione di un servizio scolastico ai bambini residenti nel Comune di San Fermo della Battaglia rispondente a quanto richiesto dalle indicazioni nazionali per il curricolo della Scuola dell’Infanzia e del primo ciclo dell’istruzione (MIUR 2012);
– la conservazione dell’Immobile destinato a Scuola dell’Infanzia;
– il contribuire a valorizzare e sostenere tutte le Associazioni senza scopo di lucro che perseguono finalità di interesse collettivo secondo lo Statuto Comunale, promuovendone l’autonomia operativa, patrimoniale e organizzativa;
per questo motivo la Parrocchia riconosce che con la presente Convenzione le vengono attribuiti benefici che sono motivati dal garantire in via esclusiva il servizio pubblico di Scuola per l’Infanzia non essendoci strutture pubbliche preposte a tale servizio in località Cavallasca.
Art. 3
Impegni Parrocchia
La Parrocchia s’impegna:
a) a presentare al Comune entro tre mesi dalla data di stipula della presente Convenzione, il progetto esecutivo, redatto come da D.Lgs. n. 50/2016, per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento della Scuola al fine di consentire il preventivo consenso;
b) a realizzare i lavori il cui costo complessivo è quantificato in € 998.000,00.= come da progetto di fattibilità tecnica ed economica allegato al presente atto sotto la lettera A), mediante accensione di un mutuo ventennale – contratto con primario Istituto bancario – di importo pari al totale dei lavori dedotto il ribasso di gara, il contributo iniziale del Comune di € 400.000,00 e aumentato del 10% sull’importo appaltato per
eventuali perizie di variante, qualora vi sia disponibilità finanziaria nel quadro economico tra le somme a disposizione, ai sensi dell’art. 149 – comma 1, del D.Lgs. 50/2016 ;
c) ad iniziare i lavori entro tre mesi dal rilascio delle prescritte autorizzazioni edilizie;
d) a consentire al Comune di controllare lo stato di attuazione dei lavori in affiancamento al Direttore dei Lavori e di poter intervenire mediante il proprio tecnico di fiducia con osservazioni e suggerimenti con carattere prescrittivo;
e) a utilizzare, nei lavori che eseguirà direttamente, materiale di buona qualità e accorgimenti idonei a mantenere le spese di gestione;
f) a stipulare una polizza assicurativa per danni all’Immobile;
g) a destinare l’Immobile oggetto dell’intervento esclusivamente quale Scuola dell’Infanzia per tutta la durata della presente Convenzione, pena l’interruzione della contribuzione comunale.
Art. 4
Impegni Comune
Il Comune si impegna:
a) a validare il progetto entro un mese dalla presentazione dello stesso da parte della Parrocchia, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. n. 50/2016;
b) ad erogare – solo a fronte delle condizioni di cui al precedente art. 3 – alla Parrocchia un contributo iniziale di € 400.000,00.=, a presentazione di stati di avanzamento lavori;
c) ad erogare – solo a fronte delle condizioni di cui al precedente art. 3 – alla Parrocchia un contributo annuo pari all’ammontare delle rate del mutuo di cui alla lettera b) dell’articolo precedente, per tutta la durata dello stesso.
Il contributo annuale sarà versato dal Comune mediante accredito su conto corrente intestato alla Parrocchia presso il suddetto Istituto di credito, in due rate semestrali con valuta fissa per il beneficiario antecedente alla scadenza di ciascuna delle rate determinate con il contratto di mutuo, per tutta la durata del mutuo stesso.
In ogni caso il contributo annuale, di cui alla presente lettera c), non potrà essere superiore all’onere delle rate effettivamente pagate dalla Parrocchia.
Art. 5
Accordi tra le Parti
Nel periodo di durata della presente Convenzione, il Comune potrà concedere in caso di forza maggiore e previa richiesta da parte della Parrocchia eventuali autorizzazioni per la dismissione o l’alienazione del bene oggetto del contributo straordinario, concordando con la stessa le relative condizioni.
Nell’eventualità in cui cessino, per qualsiasi causa, le attività scolastiche presso l’Immobile la Parrocchia si impegna sin d’ora a concedere l’Immobile in comodato d’uso gratuito al Comune fino alla scadenza della presente Convenzione, e fermo restando che l’utilizzo da parte del Comune dovrà proseguire con finalità sociali a beneficio della popolazione di San Fermo della Battaglia, comunque nel rispetto della dottrina e della morale cattolica.
Il Comune potrà riservarsi, in ogni caso, la facoltà di acquistare l’immobile.
Il Comune non potrà sospendere in alcun caso la corresponsione dei contributi di cui al precedente art. 4, salvo nell’eventualità in cui si verifichino le condizioni di cui al precedente art. 3 – lett. g).
Nel caso in cui il Comune sospenda il pagamento dei contributi di cui al precedente art. 4 per più di 60 giorni, la Parrocchia avrà la facoltà – previa comunicazione da inviare al Comune decorsi almeno 10 giorni dalla data dell’inadempimento – di dichiarare risolta la presente Convenzione; a seguito della risoluzione la Parrocchia potrà disporre liberamente dell’Immobile senza alcun obbligo di restituzione al Comune dei contributi versati ai sensi della presente Convenzione.
Art. 6
Durata
La presente Convenzione ha durata trentennale a decorrere dalla data di sottoscrizione della stessa. Decorso tale termine la Parrocchia sarà liberata da ogni vincolo in ordine all’Immobile e potrà disporre liberamente dello stesso senza alcun obbligo nei confronti del Comune.
Art. 7
Norma di chiusura
Per quanto non previsto dalla presente Convenzione, si fa espresso riferimento alle disposizioni di legge e/o ai Regolamenti vigenti.
Eventuali controversie che dovessero insorgere nell’interpretazione ed applicazione della presente Convenzione saranno rimesse al Tribunale di Como.
Per la Parrocchia “San Michele” Per il Comune di San Fermo d. Battaglia

Mi Piace(2)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email