Festa patronale del paese di San Michele … tutto un paese bloccato!

Un paese bloccato dall’ignoranza

Festa patronale del paese…san Michele … tutto un paese bloccato. La farmacia impossibilitata ad effettuare il proprio servizio. Due clienti arrivati a ritirare farmaci sospesi incazzati … sapete cosa vi dico? Che devono andare al diavolo tutti: il sindaco che ha firmato l’ordinanza di chiusura delle strade, i bifolchi qui fuori che rispondono male ai clienti della farmacia che chiedono lumi,
a queste feste paesane ormai anacronistiche in un mondo che ha cambiato volto, alla mentalità retrograda che rende l’Italia il paese che è.
Mi vien voglia di chiudere e andare a casa.
Mi spiace solo per coloro che davvero avevano bisogno.
Si rivolgano al sindaco.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email

21 pensieri su “Festa patronale del paese di San Michele … tutto un paese bloccato!”

  1. Ben venga la festa del Santo Patrono ma se è possibile per il futuro migliorare l'organizzazione della stessa, ne trarrebbe beneficio chi festeggia ed anche chi per vari motivi non partecipa oppure non sa. Ma pare ci debba sempre dividere anche quando non è necessario ...

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(3)
  2. esatto Ade, il problema è proprio questo: non sono stato avvertito per tempo.
    Se l'avessero fatto avrei chiuso per ferie straordinarie, dato i permessi al personale, avvertito i pazienti che avevano farmaci importanti in sospeso di venire a prenderseli entro venerdì.
    Invece, niente di tutto questo.

    Mi Piace(3)Non Mi Piace(19)
  3. Scusa Vittorio ma forse ti è sfuggito il fatto che la Farmacia comunale di San Fermo il 9 agosto ha sempre chiuso per
    festeggiare la festa patronale e non è certo fallita per questo,
    i clienti sono sempre stati avvisati per tempo e avendo a pochi
    km tante altre farmacie aperte non ha certo creato disguidi.
    E poi quando tu chiudi per ferie i tuoi clienti cosa fanno????
    Sicuramente trovano una farmacia aperta nel raggio di pochi km. Non è il primo anno che viene organizzata la festa a Cavallasca con bancarelle e fuochi e tu che sei un cavallaschino DOC sempre informato mi stupisce che hai saputo solo il giorno prima della chiusura delle strade.

    Mi Piace(20)Non Mi Piace(1)
  4. Ti capisco benissimo. Ogni anno ho le tue stesse difficoltà. Bisognerebbe far presente che la farmacia deve essere accessibile per legge ed è un servizio pubblico obbligatorio!

    Mi Piace(6)Non Mi Piace(11)
  5. sig Pin Umbrela, so bene che mi sono inimicato un buon numero di persone, specie quelle che non vedono oltre la punta del proprio naso.
    la ringrazio di avermelo ricordato perchè, sono convinto, nel mio interesse.
    Ma sono anche convinto che qualcuno debba denunciare a viva voce le cose che non vanno, come in questo caso.
    Una festività religiosa che blocca un intero paese mettendo una farmacia nelle condizioni di non espletare il proprio servizio è cosa da terzo mondo.
    Un fatto vergognoso.
    E vergognoso è stato che le autorità mi abbiano messo di fronte al fatto compiuto senza darmi il tempo di ricevere il permesso di chiusura straordinaria, costringendomi quindi a retribuire il mio personale (i dipendenti hanno diritto di potersi organizzare anch'essi la vita come meglio credono) come se fosse stato un normale sabato di lavoro.
    Una mancanza di rispetto oltraggiosa da parte delle nostre autorità, che si sono dimostrate inadeguate e arroganti.
    Ne terrò conto in futuro.

    Mi Piace(7)Non Mi Piace(17)
  6. Nonostante i soliti difensori della domenica rimango dell'idea che è un polemica inutile. Lei ha l'arte di stare sempre sulle barricate a sfidare il mondo. Molti apprezzano la sua disponibilità ma non apprezzano le sue prese di posizioni "politiche " che sono in molti casi senza senso. Con questa polemica e molte altre lei si è inimicato inutilmente molti cittadini . Se fossero state prese di posizioni di principio e di valori imprescindibili sarebbero encomiabili ma mi creda molte sono polemiche da lavatoio degne di lavandaie.

    Mi Piace(23)Non Mi Piace(2)
  7. sono proprio i clienti più deboli che hanno bisogno della “loro” farmacia di riferimento
    Il dott. Belluso sempre schietto e diretto nelle sue osservazioni, sottolinea la mancanza di rispetto, di riguardo, nei confronti di una “bottega”, che quando fa comodo, è un servizio primario, essenziale è dovuto alla popolazione, in altri casi, vedi questo, ci si dimentica di quello che essa stessa da alla comunità, barricandoli per una semplice festa di paese....
    L’amministrazione dovrebbe essere più sensibile e rispettosa del servizio, concedendo un passaggio per raggiungere la farmacia come se fosse una guardia medica.

    Mi Piace(6)Non Mi Piace(16)
  8. no sig. Umbrela, lei dovrebbe sapere.
    Innanzitutto le ricette ospedaliere erano in spedizione da noi, non a Perè (chiusa) o alla comunale di San Fermo (di proprietà dello stesso ente che ha chiuso la strada fra l'altro) alcune da giorni e l'amministrazione non ci ha avvertito della chiusura totale della strade, quindi non abbiamo avuto il tempo di avvertire tutti.
    Lei dovrebbe saperlo.
    Per fortuna che nessuna ricetta era in sospeso per la sua famiglia nella giornata di ieri, perchè sennò avrebbe constatato di persona l'impossibilità a raggiungere la farmacia, e i farmaci non avrebbero raggiunto la Sua destinazione.

    in ultimo se fossi stato il sindaco non avrei affatto soppresso la festa di San Michele. Se la gente è contenta di festeggiarla buon per lei.
    Ma, di sicuro, non avrei paralizzato un paese intero penalizzando chi lavora.
    E' questione di rispetto.

    Mi Piace(5)Non Mi Piace(16)
  9. Ma la farmacia di Cavallasca è l'unica in un raggio di 20 Km.? Mi pare di no e le prestazioni mediche non vengono negate a chi non è cliente di quella farmacia specifica. Ora visto che il disagio è di un giorno in caso di necessità basta spostarsi 800 mt. dalla piazza di Cavallasca verso Parè Colverde ed ecco apparire una croce verde lampeggiante che indica la Farmacia Sassi. Se invece pieghiamo verso S. Fermo ecco dopo 1,8 km. apparire un altra Croce Verde lampeggiante. Mi sembra una polemica pretestuosa. Se tu fossi stato sindaco avresti soppresso la festa di S. Michele tenendo conto che ne porti pure il suo nome? Non condivido questa polemica.

    Mi Piace(21)Non Mi Piace(0)
  10. Ben vengano queste feste si....però ricordiamoci che la farmacia è un servizio di pubblica utilità e la maggioranza dei clienti che ci va non è di certo per piacere ma per necessità...alle volte anche gravi. Per cui non vedo un minimo buon senso nella scelta di bloccare l accesso. Senza contare poi le altre attività della zona penalizzate..

    Mi Piace(3)Non Mi Piace(14)
  11. Non sbagli. è solo una questione di buon senso e di rispetto per chi lavora.

    Mi Piace(3)Non Mi Piace(18)
  12. Ora, se è vero che chi ha bisogno dell'ossigeno non si reca in farmacia quando ha terminato la bombola ma sempre in anticipo, c'è da considerare che oggi è sabato, che le bombole vanno prenotate, ecc ..... Sarebbe bastato collocare il trampolino piu' avanti, davanti alla villa. Se qualcuno dovesse avere un'urgenza infatti, non si tratterebbe piu' di spostare una transenna ma di smontare un aggeggio ... parliamo di ore, non di minuti. Vero dire che è bello festeggiare, ma dobbiamo considerare che se fossimo noi ad avere un'urgenza ecco che grideremmo all'assassinio! Quindi di cosa stiamo parlando? Di un'ordinanza forse emanata in ritardo e senza valutazione alcuna di dove sarebbero state montate le attrazioni? Chi l'ha emessa? Topo Gigio se non accadrà nulla di grave, un delinquente in caso di disgrazia, o sbaglio?

    Mi Piace(5)Non Mi Piace(11)
  13. Non sono un abitante di quelle zone ma commento spesso i post del Sig.Vittorio.
    Non credo che la questione sia legata al guadagno o,come sostiene qualcuno,del mancato guadagno!
    Una farmacia prima che un'impresa è in attività che offre un servizio e quindi io appoggio in pieno il post di Vittorio!
    Voi che criticate se aveste un malato grave in casa ed vi servisse una bombola d'ossigeno forse la pensereste in modo diverso!

    Mi Piace(5)Non Mi Piace(16)
  14. Ben venga la festa, ma la farmacia non può e non deve essere bloccata, si sarebbe dovuto pensare prima a lasciare comunque un passaggio per le urgenze, non tutto vanno in farmacia a prendere le aspirine per l'influenza. E con questo non voglio suscitare nessun tipo di commento negativo, ma il buon senso come sempre, va a farsi a fare in Culo, perdonate il francesismo.

    Mi Piace(3)Non Mi Piace(13)
  15. Invece é il caso. É proprio questo il problema e da qui la mia indignazione. Alla base vi è solo l'ignoranza.

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(16)
  16. Non entriamo in questi argomenti delicati Non è il caso

    Mi Piace(14)Non Mi Piace(2)
  17. Ho tre clienti terminali di tumore. Hanno bisogno di bombole di ossigeno del peso di una trentina di kg e morfina. Gliela porti tu la bombola dalla farmacia al rondò dove hanno chiuso la strada?

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(18)
  18. Ma è una volta all' anno..dai non esageriamo...x una volta non muore nessuno...

    Mi Piace(15)Non Mi Piace(3)
  19. Non è solo mancato guadagno, è impossibilità per gli indigenti di usufruire del servizio della farmacia. Quindi doppio disagio. Queste cose pensavo accadessero solo in meridione.

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(19)
  20. Vittorio con tutto il rispetto..però è un giorno all' anno che c è questa festa..e dopo anni anni che fanno qualcosa di bello in paese è piacevole....È vero x te è un mancato guadagno..ma non è così grave..un abbraccio

    Mi Piace(16)Non Mi Piace(3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*