Se fra i lavori pubblici costati alla collettività effettuati ieri a Cavallasca non abbiamo apprezzato affatto che si spendessero risorse per rifare l’inutile dosso spaccasospensioni davanti alla Poste … ben altro discorso vale per la cancellazione (questa è la giusta parola) della rotondetta voluta dall’iniqua giunta Ronchetti alcuni anni fa.
Una rotondetta che ci vide da subito contrari, che costò 80 mila euro che non c’erano e che costringeva i pullman a percorrerla contro mano, dato che gli spazi di manovra non erano adeguati.
Noi l’abbiamo detto per anni inutilmente dallo scranno della minoranza che andava eliminata … Mascetti l’ha fatto in un momento, facendo piombare nel ridicolo chi, la rotondetta del menga, l’aveva prima pensata e poi realizzata.

La foto che segue è stata fatta ieri sera.
Ora, come si può notare, la velocità dei mezzi viene moderata da due dossi prima e dopo, e lo spazio di manovra è tornato ad essere logico.

Resta però la nostra perplessità: i costi di questi lavori ammontano a circa 50 mila euro. ( poi rettificati dal sindaco in persona in € 21.300).

Soldi che – ricordiamolo sempre – escono dalle nostre tasche.
Non era meglio spenderli per rifare quei manti stradali – esempio via Cavour – che l’amministrazione precedente ha lasciato nelle condizioni di un gruviera, e dove i motociclisti nel percorrerla rischiano ogni volta l’osso del collo?

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email