Purtroppo, da circa 6 mesi, chi scrive non è più consigliere comunale.
Con l’incorporazione di Cavallasca in San Fermo e la conseguente decaduta della vecchia amministrazione di cui io stesso facevo parte, sono cessati anche i miei poteri di consigliere comunale.
In altre parole, sono tornato ad essere un semplice cittadino.

Non ho più il potere di presentare interrogazioni e/o mozioni in Consiglio comunale, non più il potere, in sintesi, di andare in Comune quando voglio, formulare delle domande a chi voglio esigendo di ottenere risposte.

Bene, questo cappello serve a spiegare perchè di determinati argomenti ora è per me divenuto immensamente più difficile parlare.
La cortina di fumo delle autorità e degli organi di informazione è impietosa.
Secondo costoro, è meglio che Voi non conosciate la verità.
Se succede un fatto di una certa gravità che riguarda i profughi, Voi non dovete conoscerlo affinchè poi non rompiate le scatole.
E’ il caso dei giorni scorsi.
Sono stato informato di un avvenuto blitz dei Carabinieri e della Guardia di Finanza nella villetta di via Fontanina.

Purtroppo non ho prove fotografiche che possano confermare quanto vi sto dicendo perchè chi mi ha informato non ha avuto la prontezza di farle.
Conseguentemente Vi prego di apprezzare doppiamente la mia scelta.

Cosa cercavano le forze dell’ordine?
Hanno trovato quel che cercavano?
Hanno preso in consegna qualche ‘migrante’ ?

… bene, queste sono le legittime domande che ho girato alle autorità ed ai giornalisti, senza che nessuno approfondisse la vicenda.

Sul giornale locale, di proprietà – lo ricordiamo – della curia di Bergamo, solo notizie rassicuranti e funzionali alle imminenti elezioni, ma, sul tema scottante dell’accoglienza, silenzio.
Neppure una parola.

Eppure, sia le autorità sia i mezzi di informazione, sono in possesso di mezzi ben più potenti del nostro e quindi non sarebbe un problema, per loro, fare una corretta e secondo noi doverosa informazione.

Mi rendo conto che il fatto ch’io non sia più un consigliere comunale sia una grande perdita per la comunità sia di Cavallasca che di San Fermo.
Ora non avete più chi, a suo rischio e pericolo, si espone nelle sedi consone.

Cosa è successo nei giorni scorsi nella villetta di via Fontanina?
I residenti hanno il diritto di sapere.
Le autorità e gli organi di informazione hanno il dovere di informare, tanto più che è in progetto di allargare a dismisura l’accoglienza che la nostra comunità dovrà offrire nel prossimo futuro. (Ex caserma Gdf del Monte Sasso).

vittorio belluso

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email