Si sono svolti ieri i funerali di Fabio Zandomeneghi, altrimenti affettuosamente chiamato dai suoi concittadini “Feda”.

Pur in tempi di covid, non si contano le persone che hanno sentito il bisogno di portare il loro ultimo saluto al loro amico, figura storica di Cavallasca.
Causa il distanziamento, molti hanno dovuto seguire l’omelia funebre dall’oratorio, attraverso le riprese video.
Fabio era particolarmente benvoluto da tutto il paese, perchè – pur dietro un aspetto imponente e un poco burbero – nascondeva u carattere buono, mite ed altruista.
Sempre pronto a dare una mano a chi gliela chiedeva, ed anche a chi non gliela chiedeva.

Possiamo raccontare un episodio, risalente a non più di una ventina di giorni fa, che ben fa capire il carattere della persona.

Nella farmacia di Cavallasca era finita la moneta, e non si sapeva più come fare a dare i resti ai clienti.
Causa l’orario in cui la banca era chiusa, ci siamo trovati in estrema difficoltà.
Ebbene, un Fabio già dolorante e claudicante, non ha esitato, come ha visto la nostra difficoltà, a recarsi dai suoi cari amici della cartoleria, ove la moneta non manca quasi, a cambiare quanto bastava a fare riprendere il lavoro alla farmacia.
Tornato, si è rifatto 20 minuta di coda, aspettando il suo turno, e questo solo per permetterci di avere gli spiccioli dei resti.
Non dimenticheremo mai questo semplice e nobile gesto, l’umiltà e il buon cuore di questo “gigante buono” che ci ha lasciato.

Grazie Fabio, non ti scorderemo!

Mi Piace(9)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email