Non si ricovera già più chi fino a qualche giorno fa si ricoverava, i tamponi scarseggiano,
i sospetti affetti di coronavirus collocati in uno stanzone perchè non si sa più dove metterli

Tutti i medici – compresi quelli di altri reparti – sono in terapia intensiva a dare una mano, là dove pare che il tasso di mortalità sia infinitamente più alto di quello riportato sui giornali.
In questo quadro che la gente non riesce a comprendere, servirebbe che la Protezione Civile Locale (quella di San Fermo), si attivasse immediatamente per montare all’esterno del nasocomio dei tendoni ove poter collocare i malati che all’interno non trovano più posto.
Sarebbe inoltre imperativo aprire immediatamente un COC (Centri di coordinamento comunale), cosa di competenza del sindaco Mascetti, cui appena ieri ho pubblicamente chiesto di devolvere TUTTI gli incassi del parcheggio dell’ospedale al reparto di Terapia Intensiva, senza ottenere risposta.
Servirebbe che il nostro Comune si facesse promotore subito di iniziative a sostegno dell’Ospedale, quindi della collettività tutta.
A cosa serve la protezione civile?
A tagliare la legna dei boschi e a portarla a casa?
A pulire due fontanelle?
Questo è il tempo in cui ogni apparato deve dare tutto quello che ha alla collettività!
Medici, infermieri, volontari della Croce Rossa e farmacisti lo stanno facendo!
Che la protezione Civile si dia una mossa, si coordini, e vada subito a dar man forte all’ospedale!

vittorio belluso

Mi Piace(21)Non Mi Piace(9)
Print Friendly, PDF & Email