Diamo notizia che, nei giorni scorsi, è arrivata la risposta del Prefetto di Como, Dott. Bruno Corda, in merito alla richiesta di commissariamento della giunta in seguito alla mancata ottemperanza dei termini di legge per la presentazione del rendiconto di bilancio 2015 e del bilancio di previsione triennale.

Nella risposta viene data dilazione al 28 giugno alla Giunta del sig. Ronchetti per presentare ed approvare in Consiglio Comunale i due documenti, pubblicati come delibera di Giunta, la sera del 31 maggio 2016.
Si può quindi notare che, grazie alla suddetta lettera al sig. Prefetto delle minoranze, la Giunta si è infine finalmente decisa, con oltre 1 mese di ritardo, a pubblicare i bilanci sul sito istituzionale del Municipio.
E lo ha fatto in linea con se stessa: senza avvertire nessuno, nemmeno i capigruppo di minoranza, che hanno scoperto la cosa quasi per caso.
Ora, da una prima lettura del bilancio consuntivo del 2015, possiamo notare la prima eclatante cosa:

I rendiconti di gestione 2015 sono 2, con due delibere diverse, una datata 5 maggio e n° 29, l’altra 31 maggio e n°37.
In esse, si nota che il ‘buco’, altrimenti chiamato disavanzo di bilancio dichiarato, per il, solo esercizio di cassa 2015, si è ulteriormente allargato in 25 giorni, tempo dell’assemblea pubblica, da

– € 87.146,63 a – € 139.073,88 !!!

è quindi ipotizzabile che il conto finale e complessivo del buco causato dall’amministrazione sia addirittura superiore a quanto calcolato in un primo momento, quantificato e denunciato dalla responsabile del servizio in poco meno di 800 mila euro.

prefetto risposta

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email