Disinformazione dalla claque del sindaco

Ci spiace non poter non constatare che l’articolo di oggi apparso su La Provincia, riguardante l’assemblea svoltasi due giorni fa e avente il tema dei clandestini nella ex caserma … è fuorviante, incompleto, non esattamente rispondente alla realtà.

Sembra di leggere una velina del ventennio da telefoni bianchi, in cui un protagonista, in questo caso il sindaco, viene dipinto come una specie di paladino della giustizia, una specie di versione stereotipata del buon amministratore.
Niente di più distante dalla realtà!

Il sindaco, l’altra sera, è apparso  in gravissima difficoltà,  attaccato come mai prima e dal sottoscritto, e da decine di cittadini profondamente delusi per la sua politica ambigua e filo immigrazionista.
Nessuno, ad eccezione dei membri della Caritas comasca, invitati – noi ne siamo convinti – dal sindaco stesso, per provocare i partecipanti con affermazioni di stampo boldriniano. onde poi poterli tacciare di razzismo, tesi seccamente tacitate dal pubblico in sala, è apparso d’accordo con la decisione di sottoscrivere il protocollo Sprar.

Questa è la verità.

Questa è informazione.

Tutto il resto è tentativo di disinformare la gente, presentando una realtà artefatta, e modificata a seconda della convenienza politica di un uomo solo.

vittorio belluso

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*