… non avevamo dubbi …

Circa la notizia riportata dal quotidiano di oggi de “La Provincia”, della decisione del nostro sindaco Pierluigi Mascetti di confermare l’investimento di circa 1 milione di euro pubblici nel rifacimento a Cavallasca della scuola materna di proprietà della parrocchia, scartando la soluzione prospettata dalla minoranza facente capo a Enzo Tiso che consiste nel costruirne una nuova e con più ampi spazi verdi attorno, su terreno comunale, rimarchiamo che:

abbiamo già detto e scritto, in articoli risalenti all’estate scorsa, argomentati con dovizia di particolari e chiare motivazioni del nostro dissenso, il perchè la pensiamo esattamente come l’opposizione e il perchè siamo assolutamente contrari al fatto che vengano investiti i nostri soldi in una struttura di proprietà NON comunale, ma, in tutto e per tutto, assimilabile da una struttura privata.

Aggiungiamo ora che non avevamo dubbi che Mascetti, dopo una iniziale finta apertura alla proposta di Tiso, avrebbe poi finito col confermare le sue scelte, NON prese – lo rimarchiamo per iscritto – nella sede appropriata, cioè il Consiglio Comunale dopo confronto pubblico fra tutte le rappresentanze elette, ma in separata e privata sede, probabilmente presenti solo Lui e la rappresentanza del clero locale.
Si tratta di un’operazione vergognosa, di asservimento, da parte del nostro primo cittadino, agli interessi di natura immobiliare della diocesi.
Un buon motivo per stentare a  riconoscere nel nostro Municipio un ente credibile e realmente votato al bene comune.

Nondimeno prendiamo atto che se la credenza popolare riconosce in questa volontà governativa un fatto positivo per la collettività, altro non possiamo fare se non continuare a rimanere nella nostra posizione di isolamento apparentemente autolesionistico, ma in pace con la nostra coscienza (noi che ne possediamo una) e certi che il futuro, anche questa volta, finirà per darci ragione.

vittorio belluso

Mi Piace(11)Non Mi Piace(5)
Print Friendly, PDF & Email