Dunque succede che, per la festa di San Michele riesumata ed inventata dal nostro parroco show men, incline a spendere i soldi delle offerte dei fedeli in fuochi d’artificio con l’aiuto di un sindaco che forse ha piacere a far lavorare una farmacia di proprietà comunale (da lui indirettamente gestita) sita a San Fermo centro a discapito dell’altra di natura privata sita nella località di Cavallasca, le due strade principali di accesso alla farmacia di Cavallasca, questo sabato 23 settembre, saranno chiuse al traffico.
Si tratta di una vera e propria interruzione di pubblico servizio.
Arroganza pura frammista a disconoscenza totale di come funzioni un buon servizio farmaceutico offerto alla popolazione.

Il titolare della farmacia ha già chiesto il permesso all’ASL di poter tenere chiuso l’esercizio per tutta la giornata di sabato, visto che gli utenti, tutti gli utenti, compresi i più bisognosi, saranno impossibilitati a raggiungere l’esercizio pubblico coi mezzi.
Si tratta quindi, cari lettori, di una vera e propria azione irrispettosa ed irresponsabile, che comporta un disagio oggettivo enorme per un esercizio che effettua un servizio di pubblica utilità.

Azione che, attraverso l’ordinanza n° 23 del 20 settembre, ordina la chiusura delle strade via per Montano, via Dunant e via Borsellino.

Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email