E’ successo!

Quel che avevamo più volte evidenziato in articoli del recente passato, è successo.
Avevamo affermato che i dossi di cui San Fermo è disseminata, alti, non a norma, e mascherati da passaggi pedonali in sicurezza, prima o poi avrebbero messo a rischio l’integrità delle sospensioni dei mezzi che ci transitano sopra.
E’ successo!
E’ accaduto che un bilico di una importante azienda del settore dei lavaggi industriali, a furia di sobbalzare sui dossi disseminati fra la via per Montano, via 1°Maggio e la via Imbonati, alla fine abbia spaccato il semiasse anteriore, per un danno stimato di oltre 20 mila euro.
Il titolare dell’azienda, sconsolato, si è rivolto a noi, nella speranza che potessimo metterci una “buona parola”, convincendo il nostro sindaco a rivedere – almeno – l’altezza di questi stramaledetti affari che oltre che a rompere le trasmissioni costringono le ambulanze a “passare da Bergamo” per raggiungere il St.Anna.
Ma … niente da fare!
Il Nostro Pierluigi, sornione e un poco strafottente, ha ribadito che i dossi non si toccano.
….che ”la sicurezza viene prima di tutto e che se il bilico ha spaccato le sospensioni significa che ha affrontato il dosso a velocità troppo sostenuta”.
… Ma – diremo noi – a che velocità volete che viaggi su una strada comunale un bilico pesante diverse tonnellate? E per di più carico fino al tetto del cassone di lenzuola da lavare? 10 km/h? 11 Km/h? 12 Km/h? …  Una velocità prossima a quella del suono!

Intanto si investono altre decine di migliaia di euro per potenziare le telecamere di videosorveglianza, le stesse che – a detta della nostra amministrazione – servono a garantire la nostra sicurezza.
Ma quale sicurezza?
Quella dell’integrità delle nostre case NO di certo, come si è evidenziato a Natale in cui a dispetto di tutte le telecamere sistemate in paese, non è stato immortalato (e poi catturato) un ladro che sia stato uno.
Abbia quindi il coraggio – la nostra amministrazione – di ammettere che le telecamere servono a individuare quei balordi che viaggiano senza assicurazione.
Cosa sacrosanta – per carità –  impedire a questi disgraziati di mettere a rischio l’incolumità del prossimo!
Ma solo ad individuare questi!
Sotto le festività natalizie a cosa hanno sortito le nostre telecamere?
furti avvenuti o tentati? Centinaia!
Ladri colti in flagrante? Zero
Ladri arrestati nei giorni seguenti? Zero.
I ladri, intanto, imperterriti continuano a svolgere il loro “lavoro”, ricevuti in Vaticano dal Papa e omaggiati di una casa dalla sindaca di Roma.

vittorio belluso

*Nella foto di Copertina, il sindaco Mascetti, l’ex sindaco Fattorini e la brava giornalista de La Provincia, Paola Mascolo.

Mi Piace(17)Non Mi Piace(3)
Print Friendly, PDF & Email