La prova provata del desiderio di fare cassa spremendo ai cittadini altri quattrini con gli autovelox disseminati ovunque a San Fermo?
I limiti fissati a 50km/h che, sulla provinciale garibaldina e sulla via Ravona, sono semplicemente anacronistici.
Se il limite fosse stato anche solo di una ventina di km/h in più, avremmo potuto far finta di credere nella buona fede della nostra amministrazione, quando con dosi massicce di incenso si autoproclama paladina della sicurezza stradale, con l’appoggio di una infomazione unicorde al limite della piaggeria, sempre pronta ad enfatizzare positivamente qualisasi azione amministrativa sanfermina, “rutti” compresi.
Noi vediamo solo tanta ipocrisia in questo modus operandi, nonchè un inestinguibile sete di denaro.

Si trovano decine di migliaia di euro per comprare costosissime macchinette spillasoldi, ma non si trovano trenta euro per comprare una latta di vernice gialla per colorare due parcheggi fuori dalla farmacia di Cavallasca per delimitare un posto per gli handicappati ed uno per lo scarico delle merci.

In altre parole, a noi questa amministrazione ha già rotto tanto quanto la precedente, sia pure per motivi assai diversi: la cronica mancanza di trasparenza la prima, la venalità mista all’arroganza, quest’altra.

vittorio belluso

Mi Piace(4)Non Mi Piace(3)
Print Friendly, PDF & Email