La settimana politica

Cari amici, non moltissimo vi è da dire sulla settimana passata per quanto riguarda la politica locale.

Una delle cose che sicuramente merita di venir menzionata è stato il volantinaggio, casa per casa, dell’opposizione, in cui nel volantino si espone in maniera chiara, sintetica e non polemica, il perchè la nuova scuola materna dovrebbe sorgere su terreno comunale e non parrocchiale.

A conferma di questa ipotesi – smentendo le dichiarazioni di Mascetti che sostiene che i costi per la collettività aumenterebbero – si porta un esempio di edilizia scolastica realizzato non lontano da San Fermo con soddisfazione di tutti, ad un costo inferiore a quello che l’amministrazione intende spendere per la ricostruzione di quello esistente.

Di fatto, sempre più persone si dichiarano contrarie all’operazione fortemente voluta dal sindaco e sulla quale il silenzio del parroco sta diventando assordante, perchè pensano che la collettività non dovrebbe finanziare di tasca propria la costruzione di un edificio che poi risulterebbe – come è ora – di proprietà della parrocchia e sul cui mantenimento verrebbero richiesti altri soldi pubblici.

Un atteggiamento del genere, così diffuso nell’opinione pubblica, solamente alcuni anni fa, sarebbe stato impensabile.

Viceversa, i tempi stanno cambiando rapidamente anche nelle comunità rurali quale è ancora la nostra.
La chiesa è ancora un pilastro fondante di questa comunità, ma il suo operato non è più intoccabile, non più “buono a prescindere”.

La nostra impressione in merito è che certamente il sindaco farà orecchio da mercante in questa storia, è impegnerà le risorse derivanti dalla fusione per realizzare una costruzione sbagliata in ogni sua sfaccettatura.
E questo, per noi, in un’ottica futura, va benissimo.
Perchè servirà ad aprire gli occhi a tanta gente, come noi abbiamo fatto – non senza disappunto – nella primavera scorsa.

vittorio belluso

Mi Piace(1)Non Mi Piace(1)
Print Friendly, PDF & Email