Dall’inizio di questa settimana, alcuni dei clandestini in attesa sia riconosciuto loro lo satus di asilo politico ospitati nella villetta di via Fontanina, hanno iniziato a collaborare con il Comune e con le due associazioni che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa, ovverosia il Gruppo Sportivo e la Parrocchia di S.Michele Arcangelo.

Abbiamo chiesto, nella nostra qualità di rappresentanti del 30% della popolazione che ci ha votati, di poter visionare copia dei documenti sui quali si fonda il protocollo d’intesa, nonché i costi assicurativi e di responsabilità civile che questa operazione comporta.

Ebbene, i dati che abbiamo potuto appurare, sono i seguenti:

La polizza infortuni e la Rct cumulative x i 22 profughi, di cui, al momento, solo 8 hanno accettato di lavorare. (6 su 20 dichiaratisi di religione musulmana e 2 di cristiana su 2) costa alla collettività, In tutto € 673,50 x 1 anno.
Tale cifra è stata anticipata dal Comune, ma verrà rimborsata dalla cooperativa che gestisce i profughi clandestini, a sua volta coi proventi messi a disposizione dalla Prefettura attraverso il famoso bando ‘pro accoglienza’ di € 4.200.000,00 di febbraio, e che scadrà al 31 dicembre di quest’anno?

N.B.
nella polizza assicurativa si fa divieto di far maneggiare ai lavoranti apparecchi e o attrezzi a motore, che potrebbero risultare pericolosi per l’incolumità, quali tosa siepi, tosa erba, falciatrici, ecc. ecc.

Copyright©ForzaCavallasca foto e diritti riservati

 

asilanti

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email