Archivi categoria: in evidenza

articoli in evidenza

Il Governo tira dritto sulla ex caserma fregandosene degli abitanti di San Fermo

La settimana politica

Il Prefetto spernacchia il sindaco di San Fermo

Dunque, cari amici, all’indomani della manifestazione che ieri la Lega nord – a fianco del comitato NO caserma, ha effettuato nella piazzetta del centro servizi di Cavallasca, è arrivata la risposta del Prefetto, cioè, del Governo italiano.
Il Prefetto, con una lunga missiva in risposta alla sterile lettera che Mascetti Gli aveva inviato nei giorni scorsi facendo proprie tutte le istanze che il nostro comitato ha sollevato circa l’inopportunità di stipare un centinaio di clandestini nella ex caserma Gdf del monte Sasso  ad un passo dal confine svizzero, ha in sintesi detto che per il Governo tutto è a posto e che i lavori per ristrutture l’immobile cominceranno a breve. Così a breve che più presto che tardi San Fermo sarà invasa – questa è la giusta parola – da nuovi clandestini.

Nulla facenti, totalmente a carico degli italiani, il cui mantenimento graverà in toto sul contribuente italiano, già alle prese con una crisi economica che non ha precedenti nella storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi.

Che dire quindi?

Diciamo subito che il comportamento del Governo- per tramite del signor Prefetto – è offensivo e oltre ogni misura arrogante.                       Mascetti, il nostro sindaco, come ho dichiarato pubblicamente ieri, ora è ad un bivio: fare come Ronchetti, cioè abbassare le brache e piegarsi in nome del salvare  carriera politica e cadrega, oppure usare tutti gli strumenti che possiede per contrastare questa scelta dittatoriale del Governo.

Un Governo ormai chiaramente eversivo, che se ne frega del proprio popolo, e che, in nome di una umanità di sola facciata, persegue uno scopo che definire diabolico è poco.
Si stanno facendo entrare nel nostro paese masse immense di individui senza controllo, mantenendole con le risorse ancora disponibili frutto anche di una aumento generalizzato delle tasse che gli italiani pagano all’Erario, per poi dare loro già domani  il voto attraverso la cittadinanza, la cui legge prende il nome di Jus soli.
Il progetto è chiaro: in gioco vi è per la sinistra il mantenimento del potere nei prossimi anni.

Non ci hanno mandato al voto quando avrebbero dovuto farlo almeno 1 anno fa, si attende la fine del mandato quinquennale in cui i valori in campo di oggi sono completamente diversi da quelli di 4 anni fa, per tentare di dare il voto ai clandestini, che voteranno in massa PD.
In ballo non vi è solo la sicurezza di San Fermo, in ballo vi sono i destini d’Italia!

Complice del PD, la nostra vigliaccheria di popolo, soggiogato, specie nelle piccole comunità come la nostra, da una classe clericale inadeguata, in cui la maggioranza dei preti (non tutti ma quelli che sono con noi sono stati messi in minoranza da Bergoglio), altro non fanno nei loro sermoni domenicali se non fare il lavaggio del cervello dei fedeli che vanno ancora in chiesa.
“Accogliete! Accogliete! Accogliete! … così dice il vangelo di Cristo!”
Questa è la filastrocca che ogni sabato ed ogni domenica, nella quasi totalità delle chiese italiane, i sacerdoti predicano ad un popolo praticante sempre più sconcertato e depresso.
Occorre sollevare la testa!

Come ho detto ieri nel mio piccolo comizio, in piena dissonanza dalla morale comune di un paese piccolo e retrogrado, ove la politica locale è sempre andata a braccetto con l’interesse personale di qualche  singolo e con le manie di protagonismo di personaggi alquanto bizzarri, che trovano la loro consacrazione proprio in un contesto culturalmente modesto.

Ora spetta al nostro sindaco indire una MANIFESTAZIONE PUBBLICA A FIANCO DEL NOSTRO COMITATO, e, tutti insieme, prendere le decisioni gravi che la risposta offensiva del Governo impone che vengano prese e restituite.
Se il sindaco tenterà di indorarci la pillola, cercando di convincerci che non si può fare niente, significherà che è complice del sistema.
Significherà che dovremo sostituire anche Lui, dopo aver sostituito questo Governo criminale nei confronti degli italiani, non appena ci sarà data la possibilità – negata ad oggi – di votare.

In ballo vi è il futuro di San Fermo e dell’Italia intera.

Chi per viltà resterà a casa, come chi il coraggio di mettere ieri  la propria faccia in piazza non l’ha avuta, merita di vivere in questa Italia.
Merita di aver paura in casa propria.
Di restare senza lavoro.
Di non aver prospettive da offrire ai propri figli.
Perchè è succube della propria paura.

vittorio belluso

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)