Tutti gli articoli di fC-news

Prende il via Filomeeting

Venerdì sera prenderà il via il Filomeeting, una rassegna di musica, filosofia per tutti (anche per bambini), laboratori, momenti conviviali particolari come la cena filosofica, il buffet a Villa Imbonati e il pranzo sulla cucina di Hemingway. Ci sono 14 eventi in programma fino a domenica (anche un mio laboratorio grafologico). Venerdì sera lo spettacolo di Murubutu, sabato sera Valentina Colonna e Davide Rondoni, domenica un reading di Valeria Palumbo e i CantarStorie e la sera una Jam sessione con i Five PlusOne.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Trascurata la scuola elementare di Cavallasca

Questo che vedete, è lo stato attuale della scuola elementare di Cavallasca (anche sede elettorale) nel post fusione comunale con San Fermo della Battaglia.
La foto è stata scattata oggi e inviataci da una mamma indignata.

Nella missiva, la signora testualmente scrive.” devo amaramente ammettere che con Ronchetti la scuola non è mai stata così trascurata“.

In effetti, diremo e confermiamo noi, il problema della pulizia delle strade e della manutenzione del verde ha subito una palese battuta d’arresto.
A tutti gli effetti, Cavallasca, per San Fermo, è stata solo un mezzo per ottenere € 752.000,00 annue per 10 anni da spendersi evidentemente altrove.
Vergogna!

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

… l’altro è Bergoglio

Quello a sinistra è il Papa che ha condannato senza se e senza ma il terrorismo di matrice islamica e la “dittatura del relativismo” esortando l’Occidente a rialzare la testa attraverso la riscoperta della propria Identità. L’altro è Bergoglio.

 Alessandro Nardone

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Sito fermo a causa del disservizio di Telecom

Cari lettori, nello scusarci del fatto che da qualche giorno il sito latita di notizie, sentiamo il bisogno di informarvi che ciò è causato dal fatto che la linea ADSL della redazione è mancante da ormai una settimana.
Così come la linea telefonica fissa.

La Telecom, più volte contattata e sollecitata, ad oggi, non ha ancora risolto il guasto.
In compenso ha provveduto ad inviarci la fattura mensile …

Riteniamo che il disservizio sia correlato col fatto che la compagnia telefonica sta posando la fibra ottica nel paese, anche se ciò non giustifica certo la lentezza con cui sta provvedendo, forse anche complice il ferragosto.
Ancora scusa ai lettori.

La redazione

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Ladri in azione in casa dell’organizzatore della sagra

Attenzione, ladri ancora in azione a Cavallasca.
Ieri sera, ‘i soliti noti’, sono entrati nella casa del Presidente del Gruppo sportivo-Gerardo Marcello e del figlio, mentre questi era impegnato nella sagra paesana che si svolge al Colombirolino
Evidentemente, i malviventi, erano al corrente della cosa e ne hanno approfittato.

Si raccomanda alla popolazione di prestare la massima attenzione, di inserire SEMPRE l’antifurto e di non lasciare nulla di aperto quando non si è in casa.

 

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Via Monte Sasso la via periferica dimenticata

La via Monte Sasso – quella dei futuri clandestini nella ex caserma Gdf – appare già oggi nella sua nuova veste: quella di una via periferica e dimenticata, laddove il degrado apre prospettive oscure in un futuro quanto mai prossimo.
Le foto che Vi mostriamo, scattate martedì scorso 1° agosto, testimoniano lo stato di semi abbandono della via, che, fra l’altro, conduce ad un noto agriturismo specializzato in banchetti matrimoniali.
Dopo alcune settimane, la strada del Monte Sasso è stata parzialmente ripulita dalla vegetazione che invadeva vistosamente la carreggiata.
Purtroppo, ed inspiegabilmente, la pulizia è stata interrotta e di fatto non ultimata da oramai 15 giorni.
Perchè questo lavoro lasciato a metà?

Una prova di degrado, sono finiti i voucher o cos’altro?

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Cinghiali in Spina Verde: ad oggi 167 abbattimenti

Ecco il report , redatto dall’Ente Spina Verde- che ci aggiorna circa attività 2016 (94 abbattimenti) inviato a ISPRA (Istituto Superiore Protezione Ambientale) che ha autorizzato il piano di prelievo triennale di contenimento della specie del cinghiale selvatico.
In questi giornio sono stati effettuati numerosi abbattimenti, l’ultimo due sere fa.
Come si può notare nelle righe che seguono, il report spiega dettagliatamente i metodi adottati per la i selezione, risultati, efficacia etc…
Si evidenzia come l’attività non sia la cosiddetta “caccia al cinghiale“, bensì un prelievo faunistico volto a riequilibrare l’ambiente e le condizioni ecologiche.

Analogo report verrà fatto a termine 2017.
Ad oggi siamo a 73 prelievi (abbattimenti) nel 2017 che si sommano ai 94 dell’intero 2016

clicca link seguente

report spina verde

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

“Biciclettata della Solidarietà” da Rovellasca a San Ginesio (MC)

Caro Vittorio
Ho riflettuto parecchio sul tuo invito a scrivere le mie impressioni su questa bellissima cosa che abbiamo fatto assieme tra gli amici del CAI di Rovellasca. Vuoi perché non è una iniziativa della nostra zona e io non ho voluto coinvolgere enti e persone del nostro territorio in quanto presumevo avessero già fatto e/o stessero facendo la loro parte (è il caso di Colverde dove sono ancora impegnati a raccogliere fondi…), vuoi anche perché queste cose si fanno senza farsi troppo pubblicità. Si fanno e basta.
Però una cosa mi spinge a divulgare l’iniziativa e il motivo è condensato nella breve nota che ho  trasmesso ad amici di qui. Via whatsapp, allegando la foto che vedi sotto, ho scritto loro, testualmente, questa frase: Parlano della nostra impresa! Peccato non inviti ad emulare queste iniziative! Servono….eccome servono!!!
Ecco, è questo il mio pensiero. Più che citare la nostra “piccola” impresa (impegnativa assai quando sono cominciate le salite della zona appenninica) ritengo necessario parlare di quanto hanno ancora bisogno questi nostri splendidi connazionali!! Certo, ci sarà anche chi vuole approfittare della situazione, ma saranno sempre pochi di fronte ai tanti che hanno perso la loro unica casa e con essa la possibilità di invecchiare nel “loro”paese di origine! Ho visto luoghi diventati “paesi fantasma”. Luoghi turistici magnifici, dove in passato in questi periodi avevano ben altra affluenza. Non abbiamo girato video (c’era una sorta di mistico rispetto per le macerie che vedevamo) ma se li avessi ti potrei documentare la desolazione di paesi famosi come Norcia e Cascia frequentati da pochissimi turisti; Camerino, dove l’eco delle nostre voci si diffondeva nei vicoli deserti (4000 sfollati su 8000 abitanti!); Amandola, dove nel centro storico sono rimaste 13 famiglie su 120 ecc.ecc. Ne ho citati alcuni ma avrei potuto parlare di altri 70/100 luoghi. Come San Ginesio, che ci ha accolto tra la commozione generale nostra e dei Sindaci della Bassa Comasca che ci hanno preceduto in auto o in treno.
Hanno bisogno. Hanno ancora tanto bisogno. E non basteranno 10 anni a farli ritornare alle situazioni pre-terremoto e renderli autonomi e produttivi come prima.
E non è gente pigra. Mi è bastato vedere come coltivano la terra per sincerarmene. Colline con pendenze impossibili tutte bellamente arate da formare un quadro degno del miglior pittore. Mi è bastato entrare in una fattoria (l’Angolo di Paradiso) dove un ragazzo di 22 anni, primo di 6 figli, iscritto alla facoltà di Agraria, ci ha accolto nella sua tuta blu e con i suoi stivali infangati, illustrandoci come, con suo padre, stia sperimentando nuove forme di allevamento e mungitura delle mucche. Evitando loro lo stress di lunghe attese per la mungitura ma introducendo un sistema automatizzato che lavora 24 su 24, dove le mucche vi si dirigono spontaneamente quando sentono la necessità di essere munte!
Non voglio scomodare ulteriormente la retorica nell’enunciare la necessità di aiutarli ancora. Non voglio polemizzare con i nostri politici nazionali ed europei nell’essere più attenti a “distribuire” aiuti là dove servono veramente e dove possono essere PRODUTTIVI!! Non voglio condannare il falso buonismo di noi cattolici che, come leggo dalle pagine di un libro che sto leggendo in questo periodo, dove l’autore ( Wilbur Smith-La notte del predatore) parlando della “sua Africa”, cita : ” …l’Africa non è povera. Gran parte degli africani è in miseria, ma l’Africa in sé è molto ricca, o almeno potrebbe esserlo” …. “Se alcuni leader corrotti non tenessero per sé tutte le ricchezze e usassero per il bene del popolo gli aiuti forniti da imbecilli occidentali tormentati dal senso di colpa, vuole dire?”.”chiese Hector…… Ma una lezione la raccolgo: alle prossime elezioni (mi dispiace caro Papa Francesco…) andrò a votare col pensiero che ormai tanti stanno mettendo in pratica (Trump, Macron ecc.) ovvero: PRIMA I NOSTRI!!
Un caro saluto,

Vittorio Folcio

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

I nuovi barbari entrano in Roma

Questo filmato testimonia lo scempio che sta avvenendo in questi giorni, ad opera degli immigrati clandestini, nel nostro Paese.
Incuranti delle nostre tradizioni, privi di qualsiasi forma di rispetto, si sentono autorizzati, dal Governo e dal Vaticano, a fare ciò che vogliono.

Dopo il caso di Cavallasca del clandestino in accappatoio nell’ora di punta, ora è il turno di un individuo, presumibilmente sub shaariano, che scambia la fontana del Gianicolo a Roma per la sua piscina personale.
Forse, un colpo di pistola da parte di un poliziotto di buon cuore, avrebbe potuto mettere fine a questo scempio.
Viceversa, tutto è normale in questa povera Italia invasa ed il bidet a cielo aperto ha avuto buon fine.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Nessuna spaccatura all’interno del comitato NO caserma

Diversi cittadini ci chiedono come mai i tre membri fondatori del comitato NO caserma abbiano assunto posizioni diverse in merito al problema dell’invio di nuovi clandestini nella ex caserma.

Infatti, il dott. Pierangelo Marongiu, ha sposato la posizione del sindaco.
Più moderata e prudente la parte di Roberto Di Mauro.
Contraria quella di Belluso.

Ricordiamo ai lettori che il comitato è apolitico, ed è sorto per tentare di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo drammatico problema.
Il fatto che i membri del Comitato abbiano assunto posizioni diverse, non significa affatto che il comitato stesso sia in crisi.
Anzi, ciò è la dimostrazione che la democrazia, così come il rispetto del pensiero degli altri, sia al centro dell’operato di detto comitato.
Il fine è scongiurare l’occupazione della ex caserma da parte dei clandestini, sul come ottenere tale fine, e solo su questo, ci sono opinioni diverse.

Ciò è senz’altro un fattore arricchente.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Referendum sull’autonomia della Lombardia: un modo per dire NO alla politica di Roma

Questo il testo della domanda che il 22 ottobre gli elettori troveranno sulla scheda, a cui dovranno rispondere SI’ o NO.

“Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?”

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Rubato ancora il velobox mascettiano del rettilineo di via Ravona

Ci informano che da questa mattina il velobox di via Ravona è di nuovo ‘mancante’…

Nella notte, evidentemente, qualcuno l’ha fatto sparire per l’ennesima volta.
Ad oggi, ancora, nessun ‘mea culpa‘ da parte dell’amministrazione, che continua imperterrita a disseminare questi oggetti nei punti più remunerativi del nostro Comune. (Non i più pericolosi, i più remunerativi per le casse comunali, con l’aggiunta dell’anacronistico limite di 50km/h).

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Martedi 25 luglio assemblea pubblica sul tema migranti nell’ex caserma

Si informa che, nella data non ancora confermata del 25 luglio, alle h 21, il sindaco -Pierluigi Mascetti – è intenzionato a convocare un’assemblea pubblica sul tema della decisione prefettizia di dare l’avvio ai lavori della ex caserma del Monte Sasso.

Sarà una irripetibile occasione per manifestare al nostro primo cittadino la nostra indignazione e concordare con lui ogni possibile ulteriore mossa.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)