Lettera aperta ai consiglieri di idea Comune

Cari Adriano Corradini e Paolo Carpi,
Cari Guarascio, Balzaretti e Sala,
avete a disposizione ancora un paio di occasioni per riabilitarvi, per smarcarvi da chi vi ha usato trascinando il vostro nome nel ridicolo.
Spero e credo che ormai – sia pure con un ritardo imperdonabile – vi siate resi conto di essere stati usati.
Come altri qualche anno prima di voi, sono convinto che anche voi vi siate resi conto che Rongatti non meriti il vostro appoggio incondizionato.
Credo sia ora di assumervi delle responsabilità che fino ad oggi, con ogni probabilità,  non sapevate nemmeno che esistessero.
Siamo ancora in tempo.
Siamo ancora in tempo a riprenderci nelle mani il nostro destino.
Siamo ancora in tempo per organizzare delle nuove elezioni che producano una maggioranza realmente rappresentativa di Cavallasca, voluta dalla maggioranza reale dei residenti, in grado di contrattare coi vicini una resa migliore di quella che -anche alle vostre spalle- qualcuno  ha contrattato  per se. Solo per se.
La fusione dei Comuni classica non è quella di resa incondizionata dell’incorporazione.
Anche i consiglieri di San Fermo lo sanno.
I tempi si allungherebbero, è vero.
Le tasse ai massimi di legge si abbatterebbero sulle nostre teste per almeno 1 anno /1 anno e mezzo, senza che noi si possa fare nulla.
Sarà allora che la  popolazione capirà fino in fondo la portata della cattiva guida che ci ha amministrato in questi anni e in cui anche i vostri nomi compaiono.
Ma voi, voi potete ancora riabilitarvi.
Sfiduciate la giunta!
Votate con noi opposizioni e costringete Sindaco e vicesindaco alle dimissioni.
Non c’è altro mezzo per evitare che sia Rongatti a rappresentarci, assolutamente immeritatamente, nei prossimi 5 anni.
Dipende da voi. Ormai solo da voi.

vittorio belluso

 

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email