Anteprima dell’inaugurazione, ma manca ancora qualche fondo per onorare tutti i costi sostenuti dall’associazione culturale ‘Amcici di Cavallasca’ per recuperare l’opera settecentesca.
L’opera raffigura l’epilogo di una tragedia, in cui il capo ebraicoJefte, per tenere fede ad un giuramento, uccide la sua unica figlia. Infatti nell’immagine è ancora possibile vedere Jefte, che, con l’arma in pugno e davanti ad un altare, sta per infliggere il colpo mortale sul collo della fanciulla.
Dietro ad essi è possibile vedere un sacerdote che alza al cielo un turibolo, a sottolineare la sacralità dell’atto che si sta compiendo.
A destra si vedono tre donne che piangono.

jefte

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
Print Friendly, PDF & Email