La corazzata Potionkin-Rossoni interrogherà fino all’alba nuova


Il 27 luglio si terrà l’ultima seduta del Consiglio cavallaschino prima delle meritate vacanze.
All’ordine del giorno, oltre alla nostra più che mai attuale mozione sulla dispersione idrica, (dispersione che, anche in questi caldi giorni, ha tenuto banco nei discorsi familiari dei residenti, perchè molte abitazioni sono rimaste senza l’acqua corrente, a causa dei lavori di riparazione all’ennesima perdita), occorre aggiungerne un’altra presentata dalla lista Insieme per cambiare riguardante la salvaguardia dei ristorni fiscali ai comuni frontalieri, cui va sommata un’interrogazione sullo stato dei lavori della redazione del PGT e, tenetevi forte o voi che leggete, sedici interrogazioni, (scrivesi 16), del consigliere Rossoni.
Il capogrupo di Alba nuova interroga il sindaco su quasi tutto quel che c’era da chiedere ad uno sfortunato sindaco:
egli intende interrogarLo circa:
  1. sportello per il cittadino
  2. postazioni internet in biblioteca
  3. riqualificazione del parco di Villa Imbonati
  4. incentivi urbanistici per lo sviluppo di attività terziarie
  5. gruppi volontari per la sicurezza
  6. convenzione manutenzione aree e verde
  7. impianti per la riduzione dei consumi e dell’inquinamento luminoso
  8. rapporti con la popolazione e gli incontri pubblici
  9. monitoraggio dei campioni di acqua e la loro pubblicazione
  10. calendario condiviso delle manifestazioni
  11. monitoraggio dell’acqua
  12. programmazione di ore pomeridiane per il recupero scolastico per studenti delle scuole primarie e secondarie
  13. piano di decrescita energetica
  14. rapporti con la popolazione e gli incontri pubblici
  15. lo stato degli ambulatori
  16. acquisizione della Chiesetta di San Carlo
Insomma, il sigor Rossoni, “sintetizzando” in 16 interrogazioni molte delle evasive ed, a tutt’oggi, non soddisfatte risposte date dall’amministrazione in questi anni alle interrogazioni e mozioni presentate via via da tutte e tre le opposizioni, rischia di tenerci tutti svegli fino all’alba.
Chiede di tutto il consigliere Rossoni, tutto, eccetto quel che i cavallaschini desiderano conoscere veramente!
Perchè, per esempio, al punto 16, “acquisizione della chiesa di San Carlo“, non chiede al Sindaco se sa se e quando Cavallasca riavrà finalmente un sacerdote in pianta stabile.
Magari anche se il Sindaco, coi suoi smisurati poteri, è in grado di darci qualche notizia del Don Luca, se sta bene, se tornerà a trovarci, se è approdato, (od è in procinto di approdare), in qualche altro posto.
Se il consigliere Rossoni avesse aggiunto all’interrogazione numero 16 queste due piccole postille, saremmo rimasti tutti volentieri fino alle 3 del mattino ad ascoltare la risposta del Sindaco, con centinaia di citttadini finalmente (per tutti) al seguito!
vittorio belluso
Condividi con i tuoi amici
Tags:
Articolo in : Post d'autore
Stampa articolo Stampa articolo