Intanto il governo politicamente abusivo vara un 2021 di nuove tasse

Ormai è ufficiale, il governo giallo-rosso, il più estremista dai tempi del PNF, sta pensando di incrementare ulteriormente le tasse per l’anno prossimo, al fine di fare fronte alle mancate entrate che l’erario ha avuto (e avrà), causa virus.
L’idea di varare il furto di Stato di una patrimoniale secca, pare sia stato scartata, ma è sempre meglio non fidarsi.
Assurdo ma vero, le aziende che sopravviveranno al cataclisma covid-19, dovranno vedersela con un cataclisma ancora peggiore: il governo PD-M5s.
Si vuole fare aumentare le entrate correnti dello Stato del 4,5% a 819,8 miliardi.
E tutto chiaramente a scapito delle aziende “sane”, moltissime delle quali ubicate al nord, e finanziare a fondo perduto il meridione, il reddito di cittadinanza, l’accoglienza dei clandestini, la macchina elefantiaca della Pubblica amministrazione che somma burocrazia a burocrazia.
Insomma, le premesse perchè finalmente gli italiani si ribellino, ci sono tutte.
Inutile sperare che il Presidente Mattarella finalmente decida di mandarci ad elezioni, sanno che perderebbero e quindi “tirano in là” più che possono.
La democrazia è double face.
Vale solo se è utile a “loro”.
Se, per colmo di sciagura, dovessero perdere il potere favore dei vari Salvini, Meloni e Berlusconi, allora quella non sarebbe democrazia, ma dittatura fascio-polentona, da annientare con tutti i mezzi, primo dei quali il più caro alla sinistra: la diffamazione.

Intanto però, i problemi da risolvere sono enormi:
Non si sa come fare ad aiutare le imprese che stanno morendo, e riesumare quelle che sono già morte. ( C’è in questi giorni una impennata dei suicidi di imprenditori che non riescono a fare fronte alla situazione di emergenza, ma questi fatti tragici non trovano spazio nell’informazione di regime).
Senza imprese lo Stato perde le sue entrate, e fallisce.
Non ha soldi nemmeno per pagare le pensioni.
E allora cosa pensa di fare questo governo che ieri compatto è sceso in piazza col fazzoletto rosso al collo per festeggiare il 25 aprile in barba ai decreti che esso stesso aveva emanato per evitare gli assembramenti?
Semplice: il “solito” inasprimento fiscale, il più ladresco della storia repubblicana.
Si pensa di rinnovare i contratti degli statali e dei parastatali (storica fonte di voti della sinistra al potere) per 7,8 miliardi nel biennio 2020-2021.
Ai rinnovi contrattuali della pa, corrispondono anche le indennità di carica e i premi di produzione. (A suo tempo da me combattute quando ero consigliere comunale non tanto in quanto tali, ma per il meccanismo automatico col quale esse venivano erogate, vanificando e tradendo lo scopo che il legislatore aveva voluto dar loro: equiparare il lavoro pubblico a quello privato secondo una logica meritocratica).

Non c’è quindi speranza né di riduzione delle tasse, né di uscita dall’euro. Le uniche due cose che potrebbero rilanciare la nostra economia.
L’Italia continuerà ad essere serva di un’Europa nata dalla guerra civile, e rappresentativa di sola una delle due parti.

vittorio belluso
*vignetta di Alfio Krancic

Mi Piace(10)Non Mi Piace(2)
Print Friendly, PDF & Email
  1. Caro Michele (tu sai che io sono liberale al massimo) è giusto quello che dici ma in Italia di ingiustizie ce ne sono molte, ma questa di far pagare l'IMU sulla prima casa è l'ingiustizia più giusta che ci sia (Quasi tutte le nazioni eurpee fanno pagare le tasse sulla prima casa) .
    Vedi i proprietari di casa dicono: noi abbiamo acquistato la casa e paghiamo il mutuo con enormi sacrifici, ma altrettanti sacrifici li compiono chi è in affitto e indirettamente e con gli stessi sacrifici pagano l'IMU sulla casa non sua .Allora sarebbe giusto togliere l'IMU sulle seconde case date in affitto.
    PS
    Era l'unica tassa federalista che dava soldi ai comuni ed è stata tolta.

    Mi Piace(11)Non Mi Piace(0)
  2. Se accettiamo l'idea che lo stato deve arraffare dappertutto per poi scialacquare, spargendo e disperdendo risorse senza alcun criterio, va bene prelevare anche l'Imu.
    Ma se riteniamo che tassare gli utili delle imprese, i guadagni dei cittadini sia giusto, non è giusto RItassare una casa di abitazione acquistata con risparmi già tassati all'epoca , con rinunce e sacrifici di ogni genere!
    E' difficile capirlo?
    Non è colpa mia…
    Un saluto michele

    Mi Piace(2)Non Mi Piace(1)
  3. Ha moiregirf la tassa sulla prima casa era la "patrimoniale" più democratica, chi possiede una stanza paga per una stanza chi ne possiede 20 paga per venti.

    Mi Piace(2)Non Mi Piace(4)
  4. Vabbè sig. Michele anche lei è uno che scrive una cosa e subito dopo la nega, ne prendo atto....

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(4)
  5. Non mi riferivo, ovviamente, ad una patrimoniale, ma all'emissione di titoli obbligazionari a lunga scadenza, senza tasse , garantiti dallo Stato e rimborsabili in tempi migliori.
    E' stato già fatto nel dopo guerra per una quindicina d'anni. Quelli furono tutti rimborsati e non c'erano europa o banche europee che imponevano dictat...come ora!
    Quindi, NON patrimoniali, signor Baragia, ma senso di appartenenza e di VERA solidarietà!
    La patrimoniale, al contrario, è palesemente ingiusta. Schiaccerebbe di tasse i risparmi che è già sono stati tassati all'epoca.
    Un saluto michele

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(0)
  6. Prima di andare a rubare i soldi ai risparmiatori che facciano pagare l'IMU sulla prima casa in quanto è stata una ingiustizia averla tolta.
    Chi è proprietario di casa non paga l'IMU mentre chi non possiede nemmeno la casa ed è in affitto sia pure indirettamente paga l'IMU che il proprietario di casa conteggia nel canone di locazione.

    Mi Piace(13)Non Mi Piace(5)
  7. Con una patrimoniale al 10%, dopo ciò che lo Stato già mi chiede ogni anno sui ricavi della mia azienda, potrei anche pensare di prelevare tutto e nasconderlo dove questi farabutti non possano arrivare. Molto più onesto ed equo sarebbe emettere dei buoni del tesoro, o buoni di guerra, o coronabond, o, meglio ancora, dei lombardiabond, che finanzino il debito dello Stato garantendo un rendimento onesto. Se tali bond venissero emessi, sarei pronto a sottoscriverli subito impegnando buona parte dei miei risparmi. Con la patrimoniale, invece, sarei pronto a finanziare un movimento che si prefigga di marciare su Roma e di fare piazza pulita dei politici parassiti e incapaci che la popolano ora.

    Mi Piace(5)Non Mi Piace(0)
  8. Caro Sig. Michele finalmente qualcuno che parla chiaro su questo sito, una bella patrimoniale secca.....10% però....personalmente non mi sarei mai spinto tanto avanti.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(8)
  9. E' sempre il datore di lavoro che deve tirare fuori i soldi per pagare i dipendenti e le tasse dei dipendenti.

    Mi Piace(17)Non Mi Piace(1)
  10. Basterebbe andare a Bruxelles con la testa alta da pari a pari e fare appello alla tanto ventilata solidarietà.
    Ora abbiamo bisogno di quella solidarietà!
    Non ci ascoltano, fanno finta di non capire, promettono per il futuro???
    Sbattiamo la porta e torniamo a fare e vivere come hanno fatto e vissuto i nostri padri...poveri ma ricchi di dignità e soprattutto di libertà.
    Abbiamo troppi debiti? Ora ne servono altri!
    Il patrimonio privato italiano è pari a circa 8000 miliardi. Lo Stato "serio" preleva volontariamente o meno il 10% e con 800 miliardi diamo vero ossigeno alle aziende e quindi ai lavoratori e perfino ai dipendenti statali (sic)
    Per fare questo, però, ci vuole un Governo con la G maiuscola….io non lo vedo...ahinoi!
    Un saluto michele

    Mi Piace(4)Non Mi Piace(3)
  11. Quindi, se non ho capito male, le imprese non devono pagare le tasse e bisogna trovare i soldi da dare alle imprese che hanno bisogno di liquidità.

    Dove prendiamo questi soldi?

    Le facciamo pagare ai soliti noti? dipendenti, pensionati ecc., perchè con gli stipendi dei politici non si và molto lontano, anche se fosse un bel segno.

    Spero che quelli, come lei, che hanno lavorato nei mesi scorsi e che non si sono mai fermati siano tra coloro che aiutano il paese ad uscire da questa crisi, e che non chiedano sussidi....

    Mi Piace(1)Non Mi Piace(14)
  12. Quindi i problemi si risolvono con il mancato rinnovo dei contratti per gli statali?
    questa è la sua ricetta?, visto che se ne intende......di ricette

    Dove pensa di trovare i soldi per pagare quanto successo in questi due mesi?
    scriva pure che noi leggiamo.

    Assembramenti ieri? come al solito non si ricorda il giorno dell'inaugurazione dell'ospedale in fiera. classico esempio di spreco di denaro,

    Ecco per esempio si potrebbe togliere un pò di finanziamenti alla sanità privata, magari aiuta a recuperare risorse, tanto si è visto a cosa serve in quest'ultimo periodo, come anche il finanziamento alle RSA private che pur di fare soldi prendevano i malati di covid, 150,00 euro al giorno dava regione lombardia a testa.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(19)
    1. Dando fiato alle imprese anche solo col credito di imposta. Gli aumenti agli statali possono aspettare, visto che godono dell'immenso privilegio di sapere con certezza che non perderanno il lavoro. E poi indirizzando risorse direttamente alle imprese che ne fanno richiesta perchè si trovano a corto di liquidità, avendo continuato a pagare gli stipendi dei dipendenti e le relative tasse a fronte di zero entrate per 2 mesi. Se non si dà fiato all'economia, tutta la barca affonda. Viceversa a fronte di entrate sempre minori si sceglie di compensare con aumenti delle tasse. Come farebbe un bambino caduto dal seggiolone da piccolo. Troppo facile. E deleterio. Serve un cambio di mentalità come non si è mai visto e la fine dei privilegi per troppi politici che non servono a niente, ma che mangiano lucullianamente tutti i giorni. Che ce ne facciamo di questa gente? Davvero ci meritiamo la classe politica che abbiamo? Io credo di no. Credo che meritiamo di meglio.

      Mi Piace(15)Non Mi Piace(1)

I commenti sono chiusi

Potrebbe piacerti anche