Domenica aperto!

Liberalizzazione degli orari – negozi aperti la domenica e nei festivi, dopo l’”uscita” di Di Maio e la conseguente presa di posizione dei media che l’hanno attaccato per questo tacciandolo di arretratezza mentale, mi limito ad osservare che:

coloro che la domenica non hanno un cavolo da fare sono fermamente favorevoli (circa il 95% della popolazione italiana) all’apertura di tutti i negozi, mentre il restante 5% che, per essere al servizio del primo 95, deve rinunciare ad avere una propria vita sociale e stare con la famiglia, … è compattamente contrario.
La libertà di apertura – va detto – se da una parte viene presentata come un incentivo all’economia che genera nuovi posti di lavoro, è di fatto a tutto vantaggio del grande capitale e a svantaggio del piccolo negozio di quartiere a carattere familiare.
E’ un po’ come far salire sul ring un peso piuma a combattere con George Foremann dicendo: “a Voi, vinca il migliore!”.
Si sta creando inoltre una nuova realtà: negozi vuoti durante la settimana e pieni la domenica. 
Parlavo giorni fa con un’operatrice nel settore dell’abbigliamento che si lamentava, secondo me a ragione.
La signora lavora in outlet di una grande azienda. In certe stagioni le impongono le ferie infrasettimanali, la cassa integrazione, i contratti di solidarietà perché non hanno lavoro mentre in questi giorni le impongono di lavorare anche la domenica e nei festivi.
Io capisco che gli orari deregolamentati non hanno incrementato l’economia ma hanno solo ridistribuito (male) Il lavoro che c’era.
Per i bene informati questo è il mondo che cambia e che purtroppo anche in Italia, come all’estero, si dovrà lavorare quando c’è domanda!
Comunque – riferiscono sempre i bene informati – anche la grande distribuzione avrà vita breve . In USA si stanno smantellando centinaia di centri commerciali.
Rimane lo specializzato di altissima gamma il resto verrà distrutto da internet:
Amazon! … il peggio del peggio del peggio.
Elude le tasse con sedi nei paradisi fiscali.
E chi crede di fare un affare comprando via internet non si accorge che si sta scavando la fossa da solo.

Moltissime persone sono costrette a lavorare sabato domenica festivi notturni nei centri commerciali al limite dello sfruttamento.
Il problema nasce dalla retribuzione adeguata e da una turnazione equilibrata che certo il piccolo esercente non può attuare ma i grandi centri commerciali si

vittorio belluso

Mi Piace(9)Non Mi Piace(1)
Print Friendly, PDF & Email
Potrebbe piacerti anche