La vendetta dell’automobilista

Ecco come si presentava stamattina – venerdì 21 maggio 2021 – la colonnina arancione dell’autovelox nel comune di san Fermo della Battaglia, in località Cavallasca.
Evidentemente, nella notte, qualche automobilista deve aver messo in atto la propria vendetta, scardinando l’odiato marchingegno.
Ma è una vendetta sterile, inutile, che non otterrà niente, perchè le multe continueranno ad essere emesse.
Infatti, come da foto, si tratta di un guscio vuoto, semplicemente incollato al marciapiede.
Al di sotto di essa, non passa alcun cavo. Nulla di nulla!
Si tratta quindi di uno specchietto per le allodole, uno specchietto che serve come spaventapasseri.
In realtà, le telecamere coi sensori di rilevazione delle targhe, in contatto video con la centrale operativa di San Fermo, si trovano dove l’occhio dell’automobilista non può cadere, cioè al di sopra di essi.
Come da foto, le telecamere sono posizionate sul ponticello arrugginito, ed è da lì che continueranno a funzionare.

vittorio belluso

Mi Piace(3)Non Mi Piace(1)
Print Friendly, PDF & Email
  1. Un avvocato ha fatto un servizio in TV su questi contenitori fuori regola ,non esistono nel codice stradale,non esistono nelle domande per il conseguimento della patente,se qualcuno che cammina sul marciapiede gli sbatte contro per sbaglio e si fa male può chiedere un risarcimento,le contravvenzioni elevate con dispositivi nascosti dentro questi bidoni sono nulle

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
  2. Vuoto o non vuoto i cavi non ci sarebbero comunque, non servono.
    Sono dispositivi autonomi altrimenti come sarebbe possibile posizionarli qua e là ?

    Mi Piace(5)Non Mi Piace(1)

I commenti sono chiusi

Potrebbe piacerti anche